KRS-One rivela la fede Hare Krishna che ha ispirato il suo nome

by • 14/06/2012 • NewsComments (0)3081

Nell’intervista che Vacca ci aveva rilasciato qualche mese fa (la trovate a questo link), raccontava della sua militanza giovanile negli Hare Krishna, che aveva conosciuto in strada come molti altri hip hopper degli anni ’90. Suona quasi incredibile a dirsi, ma anche KRS-One ha avuto lo stesso tipo di esperienza da ragazzino; un’esperienza che lo ha segnato molto profondamente e che ha perfino ispirato il suo nome.

KRS ha svelato questo particolare inedito nel corso del documentario The art of rap, un progetto capitanato da Ice-T. “Quando bazzicavo la strada, giravo spesso con gli Hare Krishna. Loro erano lì per nutrire i senzatetto, e spesso ci dicevano che chi si fosse unito a loro per aiutarli nelle mense per i poveri avrebbe ottenuto la sua Bhaktivedanta, ovvero la  sua conoscenza. E io decisi di seguirli”. Vista la loro comune militanza, nell’ambiente dei rifugi per homeless lo avevano soprannominato Kris, l’abbreviazione di Krishna. “Ma io non volevo” ha spiegato l’artista, “perché era come se mi avessero chiamato Maometto o Gesù: quello era uno dei nomi di Dio, non mi sentivo a mio agio a farmi chiamare così”. Il nomignolo, però, gli è rimasto appiccicato addosso, tanto che come writer aveva cominciato a firmarsi proprio Kris, ulteriormente contratto in KRS. Da lì a KRS-One il passo è breve.

Per scoprire se il rapper sia ancora in qualche modo fedele alla filosofia Hare Krishna non resta che attendere l’uscita del documentario The art of rap, che debutterà il 15 luglio nei cinema americani.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI