Karkadan – Il Karkadan: video e traduzione testo

by • 25/09/2012 • Multimedia, NewsComments (0)2613

Dopo una militanza nella Dogo Gang, un album con Universal e un recente singolo distribuito da Island Def Jam, il rapper tunisino (ma da molti anni residente a Milano) Karkadan torna con un nuovo video, Il Karkadan, che anticipa l’uscita di ben due album: Zoufree (che significa “il peccatore”) e Arabic alert. Non fatevi ingannare dalle immagini patinate: il brano parla infatti della situazione politica in Tunisia (vedi traduzione sotto) ed è stato accolto in maniera piuttosto controversa in patria, dove attualmente la maggioranza al potere è un partito religioso filo-islamico.

 

 

Barone, peccatore, così mi chiama la gente

barone in un paese pieno di merda, chiamami barone della monezza

L’Islam è diventato commercio, ami il nahtha (un partito islamico)

o sei un peccatore come Karkadan aka Terrorist for rent

Cos’è ‘sto nome, cos’è ‘sta barba Mr., è una vera merda

‘sta dogo gang è troppo zarra ma Karkadan è musulmano

o cristiano mmmmh… secondo me mezzo taliban mezzo jamaica

dicono che non sono hallal e che non cerco il sacro graal

mi odi ma ti trovo sempre nel mio live

ipocrita vorresti il mio posto

 

RIT

è è arrivato karkadadadan, spostati da da dam

ti mangia il fuoco papapapapam, è tornato karkadadadan

 

Non credo al vostro dio, no non è mio

fanculo Qatar e America quando diventano dio

mi sono rotto il cazzo di vedere quattro arabi che calpestano la bandiera israeliana

odio la nuova dittatura con la barba

via Ben Ali, è arrivato il nahtha

circoncidiamo la donna, sacco nero in testa e togliamole la mini gonna

mi sa che andrò in paradiso un altro giorno perché qui ho visto già l’inferno

più di Rocco Siffredi vi incula il governo

muore dio ogni volta che lo usi e che abusi

muore dio quando a ogni guerra una bomba tocca terra

muore dio sulle borse sul mercato, muore dio sotto i cingoli del carro armato

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI