Kaos & Colle der Fomento live a Bologna

by • 13/11/2007 • ArticoliComments (0)422

Bologna TPO , sabato 27 ottobre 2007

Era dai tempi del 2The Beat e del Flava Of The Year che la scena rap del capoluogo emiliano non accoglieva un pubblico così numeroso. La sala del Laboratorio di Cultura Hip Hop del TPO gremita per dare il degno saluto alla storica location di via Lenin, a breve infatti pare sia previsto lo "smantellamento- day" con consecutivo trasloco del Teatro Polivalente Occupato, che per anni ha ospitato l’ITF.L’apertura dell’evento è stata affidata ai gruppi che negli ultimi tempi hanno partecipato al laboratorio: Virux, Errori Cronici, Mezzi Tecnici, Vaiery P, Visione Opposta, Gianni Kg e F.N.O. Dal cortile esterno, mentre seguiamo democraticamente una fila tipo tangenziale durante l’esodo, si sente la voce di Gianni Kg (PMC crew), presente già da anni nella scena bolognese.Segue lo show di Fuoco Negli Occhi, live ben strutturato, consolidato dalla partecipazione all’Hip Hop Kemp di Praga, come unico gruppo italiano. Ad un anno dall’uscita del loro album, stanno lavorando al video del primo singolo "Point Break", previsto per il prossimo gennaio.

Direttamente dalla capitale, senza farsi troppo attendere, il Danno e Dj Baro, salgono sul palco, e "flippano solo hardcore" come ai tempi di Odio Pieno.
Nonostante l’assenza per motivi tecnici di Masito non c’è stato un attimo di tregua e il pubblico ha perso la voce cantando i pezzi sia dell’ultimo album che quelli dei dischi precedenti.
Nessuna esitazione sulle liriche de Il Cielo su Roma, di Vita e su tutti gli altri pezzi tratti da Odio Pieno e Scienza Doppia H, che nonostante il passare delle stagioni sono sempre potenti come la prima volta che li hai sentiti.
Se tutti i testi dei vecchi dischi hanno dato prova di essere stampati nella memoria di tutti i b-boyz e le b-girlz d’Italia senza esclusioni, anche quelli di Anima & Ghiaccio sono stati assorbiti completamente dal pubblico, metabolizzati come entrati a fare parte della memoria collettiva, a meno di un anno dall’uscita del disco.
Ogni pezzo era benzina sul fuoco che già divampava sotto al palco grazie alla professionalità e alla capacità di Dj Baro e del Danno di coinvolgere il pubblico e di dare sempre e comunque il cento per cento, anche con un massiccio in meno.
Passato, presente e futuro con un brano inedito legato a tematiche che mancavano da Ninna Nanna e un tributo al loro precedente dj e produttore Ice One (vera e propria leggenda dell'hip hop italiano).

Adrenalina a mille, ormai, nel momento in cui compaiono sul palco Dj Trix e Moddi, che apre il concerto con lo storico Sprekelescene, intro del disco di Neo Ex, a cui si sono agguinte altre strofe, rigorosamente in freestyle, durante il corso del concerto.
Una volta salito sul palco Kaos inizia il live con Karma, poesia, perchè definirlo in qualsiasi altro modo sarebbe riduttivo, anche se ormai tutti sappiamo che i suoi pezzi non si limitano ad essere ascoltati, ma vanno sentiti.
Anche per Kaos concerto a 360° che ha toccato tutte le teappe della sua carriera. Alcuni brani tratti dal disco L’Anello Mancante (di Neo Ex), altri da l’Attesa e Fastidio. Analogamente a quanto sopra, nessuno, tra il pubblico ha mai dimenticato una rima, una singola parola, delle sue strofe.
Nessi d’Amianto, Altri Giorni, Il Codice, Centopercento, L’Anno del Drago, pezzi che è impossibile dimenticare, per chi ha ascoltato talmente tanto quei dischi da averli consumati…Ennesima pelle d’oca al momento di Cose Preziose.
Durante I pezzi tratti da Karma Kaos, Moddi e Trix hanno dovuto affrontare un irritantissimo black out, ma è in questi momenti che si manifesta maggiormente il calore del pubblico, che anche in questo caso ha dimostrato gran partecipazione.

Non poteva mancare la combo Danno + Kaos a confermare il legame tra due autorità del rap nazionale … solo una frase a riassumere la serata…lascia fare a chi sa fare on stage Kaos e Colle Der Fomento bomba a tempo come Rage.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI