Irv Gotti incriminato dall'FBI, la Murder Inc chiuderà

by • 27/01/2005 • NewsComments (0)424

Irv Gotti, boss della label Murder Inc (Ja Rule, Ashanti), ha ceduto alle pressioni dell’FBI mettendo la parola fine a un’indagine che andava avanti da più di un anno: lui e il fratello Christopher hanno ammesso le loro responsabilità circa un giro di denaro sporco, frutto di un traffico di cocaina ed eroina, riciclato tramite l’etichetta discografica. Gli inquirenti hanno inoltre caricato ulteriormente i capi d’imputazione, accusando i due anche di concorso nell’ omicidio di E-Money Bags.

I fratelli Gotti sarebbero coinvolti a pieno titolo nella faccenda: le prove evidenziano infatti un giro di forti somme di denaro tra la Murder Inc e Kenneth McGriff, già condannato per traffico di droga, racket e soprattutto per l’omicidio del rapper E-Money Bags. La label mascherava l’attività criminale tramite il finanziamento di video, film e colonne sonore di cui McGriff risultava poi produttore. Secondo l’FBI, inoltre, è McGriff ad aver fondato la Murder Inc, impiegando i proventi del business della droga, ed è sempre McGriff a detenerne il controllo effettivo.

Non si conosce ancora il contenuto reale della confessione di Irv Gotti, che fino a poche settimane fa aveva sempre negato la sua colpevolezza, sostenendo che la Murder Inc sia stata creata con i fondi, del tutto legittimi, provenienti dalla Def Jam, di cui la label è parte. In ogni caso, gli ufficiali giudiziari stanno già provvedendo a chiudere l’etichetta e a confiscarne tutti i beni.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI