India a Ovest

by • 04/11/2008 • RecensioniComments (0)409

Nove anni dopo la pubblicazione di "Acciaio", disco realizzato dal gruppo Centro13 (di cui gli altri membri erano Mista, Frank Siciliano e Shocca), Dario Zugno a.k.a. Ciacca, trentunenne rapper veneziano, da alla luce un nuovo prodotto discografico intitolato "India ad Ovest". Questo disco, autoprodotto ma distribuito da Self, conta 14 brani inediti (tra i quali figura un remix) di pregevole caratura artistica.
Ad un primo ascolto, colpiscono subito le produzioni, che hanno tutte un'atmosfera "golden age" e suonano davvero bene, non stancando mai l'ascoltatore. Sarà principalmente merito del folto numero di beatmaker che il rapper ha avuto a disposizione, tra i quali (e questo disco lo conferma) spiccano nomi di tutto rispetto come Shocca, Zonta, James Cella e Fid Mella. Menzione di merito, però, va riservata anche ai bravi Takashi "Beatman", Dee-j Deo, Manto e Mess.
Detto delle produzioni, concentriamoci sul rap. E qui non sono tutte rose e fiori. I brani sono principalmente autobiografici, raccontano la quotidianeità di Ciacca a 360 gradi, e sono scritti in maniera matura. Però il flow e l'impostazione vocale non soddisfano quasi mai. Mancano di carisma e di un certo tipo di originalità che, su produzioni così raffinate, renderebbero l'album un lavoro degno delle migliori sorti. Il rimario a disposizione di Ciacca non è ristretto, e alcune immagini evocate sono davvero suggestive, ma tuttavia non riescono a trascinare l'ascoltatore al "repeat" delle tracce. Anche i featuring rappati aiutano poco, vista la presenza del solo Karma (degli 80vibes) a intervallare la voce di Ciacca. I featuring melodici invece alzano molto il livello di questo lavoro. Molto riusciti infatti sono gli interventi di La Miss e Mano, che danno una gradevole sfumatura soul al disco e si alternano bene con il rap di Dario Zugno.
Prendendo in considerazione la generalità dei brani, sicuramente i più riusciti risultano essere "Mai capiti" (feat. La Miss) ed "Anime Distanti" (brano dedicato al suo rapporto con la lontananza dai parenti), soprattutto per l'interpretazione. Da sottolineare anche il remix di "Comunque ci provi" (feat. Mano).
Tirando le somme, il disco di Ciacca vanta buonissime produzioni ed è piacevole da ascoltare, anche se la voce e il rap non sono il massimo. Un lavoro sentito ed onesto.

 

Per commentare: http://community.hotmc.com/forum/index.php?topic=2461.0

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI