Il "testamento spirituale" di Guru?

by • 20/04/2010 • NewsComments (0)652

Come già vi preannunciavamo nella precedente news, in punto di morte Guru avrebbe scritto una lettera ai suoi fan. Il contenuto di suddetta lettera, però, desta parecchie perplessità sia tra i media che tra gli amici e i colleghi dell'artista. Per motivi di rispetto preferiamo non commentarla direttamente, ma abbiamo deciso di tradurla per voi, così che ciascuno possa farsi la sua opinione. Ecco il testo:

Io, Guru, scrivo questa lettera ai miei fan, agli amici e a tutte le persone a cui tengo in tutto il mondo. Ho affrontato una lunga battaglia contro il cancro e la malattia ha vinto. Sono afflitto da questo male da oltre un anno. Ho esaurito tutte le opzioni mediche.

Ho fondato un'organizzazione no profit chiamata Each One Counts (ciascuno conta, ndr), che si occupa di portare avanti la mia causa a favore dei bambini maltrattati e in difficoltà di tutto il mondo, e anche di fare informazione e cercare una cura per questa terribile malattia che si è presa la mia vita. Scrivo tutto questo con le lacrime agli occhi, non di tristezza, ma di gioia, per la vita meravigliosa che ho avuto e per tutte le persone fantastiche che ho avuto il piacere di incontrare.

Il mio leale migliore amico, socio e fratello, Solar, è stato al mio fianco in tutto questo e per la mia salute è stato il mio tramite in tutte le faccende che mi riguardavano. È stato con me durante molti ricoveri in ospedale, operazioni, visite, e si è preso cura di me quando ero a casa malato e non riuscivo ad occuparmi di me stesso. Solar e la sua famiglia sono la mia famiglia, voglio loro un bene profondo e mi aspetto che la mia famiglia, i miei amici e i miei fan rispettino questa cosa, indipendentemente da quello che pensano. È la mia volontà che conta. Detto questo, mi sopravvive l'amore della mia vita, il mio sole, KC (il figlio, ndr), ma so che Solar e la sua famiglia si occuperanno di lui come se fosse uno di loro. Qualunque premio o tributo dovrà essere accettato, organizzato e approvato da Solar per conto mio e di mio figlio, finché lui stesso non avrà l'età per occuparsene.

Non desidero che il mio ex dj abbia nulla a che fare con tributi e  altre onorificenze connesse in qualsiasi modo a me, incluso ogni utilizzo del mio nome e della mia storia, e ho dato istruzioni ai miei avvocati di occuparsi in particolar modo di questo. Non ho avuto niente a che fare con lui nella mia vita in oltre sette anni, e non voglio avere niente a che fare con lui da morto. Solar è il custode della storia della mia vita ed è ben informato sulla mia situazione familiare, così come sa bene quali sono le vere ragioni per cui mi sono separato dal mio ex dj. In qualità di solo fondatore dei Gangstarr, sono molto orgoglioso di ciò che i Gangstarr hanno significato per il mondo della musica e per i suoi fan. Sono altrettanto fiero del ciclo Jazzmatazz, in qualità di padre dell'hip hop/jazz. Sono soprattutto fiero della mia leadership e dei miei sforzi pioneristici su Jazzmatazz 4 (interamente prodotto da Solar, ndr) che ha dato nuova linfa all'hip hop/jazz in un periodo in cui la qualità della musica ha raggiunto i minimi storici. Solar ed io siamo stati in tour in luoghi dove non ero mai stato con i Gangstarr o per Jazzmatazz e ci siamo guadagnati la reputazione di miglior gruppo al mondo in materia di hip hop/jazz, così come Jazzmatazz 4 è diventato il più importante disco di hip hop/jazz della decade. Il lavoro che ho fatto con Solar rappresenta un'eredità che va ben oltre la nostra epoca. E noi, come squadra, non abbiamo avuto paura di spingerci oltre i limiti. È ciò che i veri artisti fanno! Da uomini di onore, siamo rimasti a testa alta di fronte a problemi di orizzonti limitati, avidità ed ignoranza. Abbiamo combattuto per la musica e l'integrità a costo di non guadagnare milioni. Di questo sarò sempre felice ed orgoglioso, e voglio ringraziare i milioni di fan di tutto il mondo che ci hanno visto suonare in tutti questi anni. Il lavoro che ho fatto con Solar rappresenta un'eredità che supererà la nostra epoca ed è la cosa più creativa e sperimentale che io abbia mai registrato. Spero che la nostra musica riceverà l'attenzione che merita perché è tra le cose migliori che io abbia mai fatto e rappresenta alcuni tra gli anni migliori della mia vita.

I commenti a questa lettera sono stati numerosissimi. Un portavoce di Premier, che pure l'ha pubblicata sul suo blog, ha dichiarato: "Questa lettera puzza evidentemente di Solar. Perché nessuno ha fermato quest'uomo? I miei sentimenti sono ancora confusi, scusatemi. Non posso accettare tutto questo". Dj Scratch si spinge addirittura oltre: ha detto che ritiene impossibile che la lettera sia opera di Guru, perché stando alle sue fonti non si è mai risvegliato dal coma in cui era caduto due mesi fa. Q-Tip ha le stesse informazioni: Guru non si sarebbe mai risvegliato dal coma. Nel frattempo, Solar contrattacca: "Guru ha pronunciato quelle parole con la sua viva voce, e chiunque dica il contrario è un pazzo pieno di odio". Difficilmente scopriremo mai come sono andate davvero le cose, ma se non altro potremo farci un'idea: se davvero il figlio di Guru sarà affidato a Solar, e se davvero i suoi avvocati impediranno a Premier di tributare i dovuti onori al suo socio storico, forse dovremo ammettere che quella lettera contiene un fondo di verità.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI