Il medico di Michael Jackson riconosciuto colpevole di omicidio involontario

by • 07/11/2011 • NewsComments (0)548

Michael Jackson è morto a causa di un'iniezione di troppo di Propofol, un anestetico chirurgico che generalmente è usato in sala operatoria per le anestesie. Il suo medico personale, il dottor Conrad Murray, glielo somministrava come rimedio contro l'insonnia e per questo è finito sotto processo per omicidio.

Dopo mesi di processo e 49 testimonianze, un'ora fa la giuria ha emesso il verdetto di primo grado: Murray è colpevole di omicidio involontario. La tesi della difesa sosteneva che Jacko si fosse somministrato da solo il farmaco, iniettandolo in una flebo che già aveva in vena senza rendersi conto della pericolosità delle sue azioni. Questa teoria sembra essere stata smentita. Ora l'imputato rischia una condanna fino a 4 anni di carcere.

 

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI