Il Dittatore Dello Stato Libero Di Banhanas

by • 06/01/2005 • RecensioniComments (0)667

Comincio subito col dire, per coloro annoiati dalle recensioni, che questo disco rappresenta, a mio parere, uno dei migliori episodi dell'anno che si è appena concluso. Snake, dei Banhana Sapiens, è un Mc diverso da tutti gli altri, con caratteristiche non riconducibili a nessun altro rapper in circolazione e questo è certamente un punto a suo favore.

Il suo stile è strano, spesso dà l'impressione di non andare neanche a tempo e poi riesce a chiudere le strofe con degli incastri perfetti. Il merito va tutto a lui per essere riuscito a crearsi uno stile personale, cosa assolutamente difficile e rara di questi tempi. Influenzato dal cinema di Woody Allen (diversi sono i riferimenti al regista / attore americano sparsi qua e là, anche l'intro di "Banhans", tratto dal film del regista ed attore americano che dà il titolo al disco, lo testimonia) "Il Dittatore dello Stato Libero di Banhanas" ci conduce, direttamente dalla porta principale, nel suo mondo fatto di immagini vivide, illusioni e paranoie. "Frequenze Kriptate", secondo pezzo del disco, riassume perfettamente tutto ciò, una base minimale di Deka e rime paranoiche, visionarie e ironiche di Snake ("Cazzo fui il primo spermatozoo figuriamoci gli altri com'erano messi").

I pezzi si mantengono su un altissimo livello per tutto quanto il disco. Un ottimo esempio è "Cambiare", gran pezzo sorretto da un preciso beat di Rubo in cui Snake ci apre alla sua inquietudine quotidiana nella difficoltà di rapportarsi ad un mondo che ci vuole omologati; il cambiamento è possibile, ma solo interiormente ("mi trasformo ogni giorno per non svegliare la mia inquietudine").

Splendida la parte centrale del disco composta da pezzi come "Con un NO, Con un SI'", "La Cucina Di Nadia" e "Oh Yeah". In questa parte del disco le basi di Kup la fanno da padrone, soprattutto quella di "Oh Yeah" davvero splendida, completamente fuori dai soliti canoni tanto da risultare geniale, crea un'atmosfera unica che Snake riempie con una divertente storia rendendo il pezzo un piccolo gioiello. Anche Jack The Smoker regala due basi notevoli in "Oggi Torna l'Estate" affresco perfettamente riuscito delle emozioni provate durante la stagione calda e "Dinamiche Dominanti" in cui dimostra una grande maturità. E proprio "Dinamiche Dominanti" è uno degli episodi meglio riusciti del disco, tre strofe senza ritornello di Jack, Gomez e Snake che tirano giù delle rime sopraffine capaci di mandare a casa chiunque. Notevole soprattutto la strofa iniziale di Jack che mostra un miglioramento incredibile rispetto ai già buoni standard de "L'alba".

Tra tanto ben di Dio ci sono sicuramente degli episodi che lasciano ben poco all'ascoltatore come "Balle di Fuoco" e "Io Pazzamente Trotterellando RMX". La prima, prodotta da Mace che qui tira fuori una base troppo anonima, vede la partecipazione di Blodi e Reiser che tirano già due buone strofe che però non risollevano la sorte di un pezzo non riuscito. Stessa storia per "Io Pazzamente Trotterellando RMX" al quale partecipano tutti i Banhana Sapiens: il livello degli mcs è altalenante, ma il pezzo proprio non riesce a decollare.

Il disco si chiude con il pezzo più malato e "fumato" dell'anno, "L'anguria". La produzione di Kola consiste solamente in un loop di chitarra, Snake sgancia rime geniali che si concludono trionfalmente con il ritornello più geniale dell'anno ("Ognuno si mangia a suo modo l'anguria , cambia la personalità / ma mentre la gusti così dolcemente scovo le tue qualità / da tempo che cerco per mari e per monti un briciolo di verità / e tutto che sembra ruotare al contrario / è il treno che è fermo il paesaggio che va"). Le citazioni sarebbero tantissime, troppe per poterle riportare. Snake è un genio, c'è poco da dire.

Probabilmente l'mc più originale d'Italia ha regalato un disco a tratti emozionante, a tratti esilarante ma pur sempre riconducibile ad una sua pazzia di fondo.

Non vi annoierò oltre, è uno dei lavori più belli del 2004 e degli ultimi anni. É un viaggio. Affrontarlo potrebbe comportare seri danni al cervello dei meno forti, ma una volta addentrati nello Stato Libero di Banhanas difficilmente riuscirete ad uscirne.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI