Guilty Simpson: l'intervista

by • 30/07/2007 • IntervisteComments (0)401

Il suo album di debutto come solista Ode to the ghetto (Stones Throw, Autunno 2007) uscirà a breve, dopo una serie invidiabilissima di featurings e di collaborazioni ( J Dilla, The Chrome Children, Jaylib, Black Milk tra i tanti…) e una costruttiva esperienza, tutt’ora attiva, con la crew di Detroit, Almighty Dreadnaughtz. Attualmente di rientro dal tour europeo con altri artisti dell’etichetta Stones Sthrow, l’abbiamo intervistato per prepararci al meglio all’uscita di un lavoro che sicuramente non ci deluderà…

FxLd: Quali sono le tematiche che maggiormente hanno ispirato i tuoi testi?

Guilty Simpson: Il mio album fa riferimento alla mia vita e a ciò che ho visto. Si tratta fondamentalmente di un percorso attraverso ciò che ho vissuto sia direttamente che indirettamente.

F.L: Nel tuo album ci sono featurings?

G.S: Beh, non ce ne sono moltissimi, sono presenti M.E.D., Mr. Porter e la mia crew, gli Almighty Dreadnaughtz!

F.L: Credi che l’uscita di un album da solista possa cambiare l’ottica di un artista?

G.S: Certamente, il tuo punto di vista cambia perché non puoi più focalizzarti limitatamente ad un solo verso bensì devi concentrarti su una canzone intera. Il che espande la tua mente fornendoti una visuale più ampia.

F. L: Oltre a queste esperienze hai anche una crew, gli Almighty Dreadnaughtz…

G.S: Lavoriamo sempre insieme, loro sono la mia famiglia e proprio in questo periodo stiamo lavorando ad un album!

F.L: La realizzazione dell’album solista ha cambiato qualcosa nei rapporti con gli altri componenti di Almighty Dreadnaughtz?

G.S: Beh, l’uscita dell’album ha reso la mia agenda molto più piena di impegni perchè aumentano anche i doveri. Tuttavia, siamo tutti d’accordo sul fatto che la cosa migliore sia raggiungere i nostri scopi, di conseguenza gli altri componenti della crew dovranno tenere duro mentre io non ci sarò, ma questo ci rende tutti più forti!

F.L: Detroit (a.k.a. Motown) è la città del Soul, come ti ha influenzato?

G.S: Detroit mi ha fornito la visuale necessaria per le mie rime. E’ presente in tutto quel che faccio! Questa è la mia casa e per me rappresenta tutto!

F.L: Come è cominciata la tua collaborazione con la Stones Throw?

G.S: Io e i componenti di Stones Throw siamo entrati in contatto attraverso J Dilla (R.I.P.). Prima di andarsene, quando era con loro mi chiamava dicendomi che quello sarebbe stato il posto perfetto per me. Purtroppo, non sono riuscito a firmare prima della sua scomparsa, nonostante fosse in progetto già da prima che lui se ne andasse.

F. L: Progetti futuri?

G.S: I miei progetti sono di mantenere in vita il vero Hip Hop e di sfruttare al meglio questo momento! Ho molte cose da dire perciò preparatevi a sentire parlare di me per i prossimi anni!

www.stonesthrow.com/guiltysimpson
www.myspace.com/guiltysimpson

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI