GreedFall

by • 23/09/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su GreedFall738

Greedfall è un gioco molto sui generis per le sue peculiarità che ha incuriosito tutti i gamer fin dal suo annuncio. Un’ambientazione fantasy dagli elementi molto particolari e suggestivi.

Una prova nuova per gli sviluppatori di Spiders che nonostante il passato un po’ burrascoso si è riuscita a riscattare ampliamente con questo gioco.

La narrativa è il vero fiore all’occhiello della produzione con una miscela tra atmosfere da Ottocento e ambientazioni fantasy di stampo classico. Buono quindi l’intreccio e la complementarietà tra missioni principali e missioni secondarie.
Le missioni secondarie infatti non sono solamente di contorno come spesso in questo tipo di titoli accade ma invece offrono ulteriori dettagli sul background dei vari personaggi e sulla storia in generale che si dipanerà passo dopo passo.

La trama vede due missioni principali ossia il reperimento della cura per la Malicore ossia una malattia che infesta l’Europa e Serene che è la terra da cui il nostro protagonista proviene e poi gestire la diplomazia delle varie regioni in guerra e la colonizzazione dell’isola di Teer Frade.

Il protagonista è Costantin dovranno muoversi tra diplomazia e trame di conquista per la sopravvivenza loro e dei propri cari.
Tutto ha fascino da diciottesimo coloniale con i personaggi che ricordano appunto soldati spagnoli, portoghesi o francesi durante la grande era della colonizzazione.

Su Teer Frade invece i nativi ricordano appunto i nativi americani e quindi gli echi di conquista si sentiranno molto.
Grande trama e grandi spunti quindi per questo action rpg di stampo occidentale con un sistema di combattimento molto ben strutturato anch’esso.

Il sistema di crescita è solidissimo mentre gli scontri prevedono due armi da mischia sempre addosso e una da distanza con l’inserto di incantesimi, colpo semplice, colpo potente, parata e colpo furore.

Tutto è quindi azione e schivata, studiando i personaggi per sfruttare debolezze e punti morti dei loro movimenti.
Potremo anche sfruttare la pausa tattica per pianificare e sperimentare le mosse sul joypad in maniera ragionata. Una buona soluzione per evitare momenti troppo concitati.

Il personaggio che creeremo all’inizio dell’esperienza di gioco poi potrà essere completamente personalizzato sia in termini di abilità che in termini di equipaggiamento. Ogni scelta comunque non è vincolante e può essere modificata durante lo svolgimento del titolo. I talenti poi andranno a influenzare le nostre abilità di crafting così come le abilità magiche.

Importanti anche i rapporti con il party e il loot e il crafting per diventare un team sempre più potente. Potremo anche modificare il vostro arsenale e quindi renderlo più confacente alle nostre esigenze, sia le armi bianche che quelle da fuoco. Tutto, dal materiale alle caratteristiche estetiche dell’arma.

Buono il comparto tecnico soprattutto per quanto concerne l’estetica dei personaggi e dei mostri che troveremo sull’isola. Buono anche il doppiaggio in inglese sottotitolato in italiano però.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI