Gli ATCQ parlano per la prima volta dopo la morte di Phife Dawg

by • 24/03/2016 • NewsComments (0)222

a_tribe_called_quest_by_soulmicrophonist-d57ejxg

Erano rimasti in silenzio per quasi ventiquattr’ore, in attesa probabilmente di trovare le parole giuste per esprimere il loro dolore. Alla fine sono arrivate, sotto forma di un breve comunicato a firma Q-Tip, Ali Shaheed Muhammed e Jarobi White (che lasciò gli A Tribe Called Quest nel 1991 per iscriversi a una scuola di cucina: oggi è un affermato chef).

“Siamo devastati. Non eravamo preparati a quello che è successo, anche se tutti sappiamo che la vita è fugace. Il suo stato di salute e la sua battaglia non erano un segreto, ma la battaglia per ottenere la sua felicità gli ha dato tutto ciò di cui aveva bisogno. La battaglia per fare felice la sua famiglia, la sua anima e tutte le persone attorno a lui gli hanno regalato una gioia completa e genuina… finché non ha ricevuto la chiamata del Padre. 

Il nostro amore va alla sua famiglia: sua madre, suo padre, sua moglie, suo figlio, i suoi nipoti, i parenti di New York, della California e di Trinidad.

Grazie per tutte le preghiere e il supporto che ci sono arrivati dai fan, dagli altri artisti, dai negozi di dischi, dalle radio, dai dj, dai social media e da tutta la comunità allargata della musica. Anche questo è parte della gioia che provava ogni giorno, e significa molto per lui. La sua famiglia è commossa per il supporto e i pensieri ricevuti, e ne è grata. La sua musica e il suo contributo sono stati un vero scossone, difficile da misurare. E ha cambiato noi tanto quanto ha cambiato voi. Siamo stati molto influenzati dalla sua gioia quotidiana e dal suo coraggio. Non era sofferente. Era felice.

Traiamo un po’ di conforto dal pensiero che ora è accanto alla sua amata nonna.

 

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI