Giorno Dopo Giorno

by • 08/12/2007 • RecensioniComments (0)546

È sempre un piacere per il sottoscritto parlare di dischi reggae di gruppi giovani, soprattutto quando il disco è come quello in questione è così ben suonato.

Il gruppo di cui vi voglio parlare è quello dei Bovisa Reggae Foundation. Questa formazione ha già cinque lunghi anni di esperienza di mistiche serate e concerti in giro per tutta Milano. Chi li ha visti dal vivo ha potuto apprezzare la loro capacità live. Il loro nome è dovuto al quartiere della Bovisa, nella periferia nord del capoluogo lombardo, dove il gruppo ha iniziato a strimpellare le prime note in una piccola sala prove.

I Bovisa hanno già un disco alle spalle, un mini cd prodotto quattro anni fa, ma questo Giorno Dopo Giorno è il lavoro della svolta; il frutto della crescita professionale di ogni singolo componente della band. Prima caratteristica che balza subito all'orecchio è che tutti i ritmi e le basi sono suonati. Non c'è traccia, infatti, di elettronica neppure nel caso di riddim celeberrimi. Questo elemento è già un sintomo di grande cura del prodotto. È palese perciò il grande sforzo prodotto in studio, così come la grande cura per gli arrangiamenti. La ritmica non perde mai un colpo e la sezione fiati, cosa sempre più rara nelle produzioni reggae degli ultimi anni, non è mai fuori posto. L'aggraziata e notevole voce di Sista Lali, le melodie roots di Fonzo e la grinta di Beppe Rebel fanno il resto.

Le tracce del disco sono 12, per un ventaglio di generi piuttosto eterogeneo. Si passa dalle militant tunes come Stile Ostile, Contro la Repressione e Brucialo su Blaze Riddim, all'allegro raggamuffin di Duppy Conquerol e di Aria fino all'old school reggae di Highway, Woman like Music e Farway.

I testi sono un misto di italiano, salentino, siciliano e inglese, peculiarità che palesa le diverse origini dei componenti della band e la loro identità senza confini e barriere.

Per chi già conosce i Bovisa Reggae Foundation per i loro trascinanti live o per chi vuole ascoltare un buon disco reggae come quelli che si facevano una volta senza tralasciare però le nuove tendenze, Giorno Dopo Giorno è caldamente consigliato.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI