Ghost Recon Breakpoint

by • 23/10/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Ghost Recon Breakpoint228

Il nuovo capitolo del celebre franchise Ubisoft è tornato più potente che mai.

Un open world che incanta e stupisce con dinamiche sempre profonde e interessanti, il tutto con alcune dinamiche da survival ben strutturate.

In questa edizione si è tolta la parte cooperativa offline per introdurre dinamiche da loot shooter in modo da esplorare in lungo e in largo la mappa per rinvenire casse piene zeppe di armi e vari tipi di equipaggiamento atti a potenziarci.
La storia vede sullo sfondo una corporazione che opera su un’isola sperduta per il generico bene dell’umanità. Su Auroa quindi tutto è basato su fonti rinnovabili e tecnologie all’avanguardia che ricreano in maniera artificiale una moltitudine di habitat.

Sull’isola però vengono prodotti anche alcuni droni da guerra in maniera nascosta ed è per questo motivo che l’ex ghost Cole Walker che ha le fattezze di Jon Bernthal, decide di prendere possesso della produzione della Skell Technology assieme al suo esercito personale, i Lupi.

Noi vestiremo i panni di Nomad, che verrà inviato sul posto con una squadra che però viene subito decimata e quindi ci lascerà completamente soli. Potremo creare il nostro personaggio con un comodo editor e quindi personalizzare le nostre scelte.

Inizieremo comprendendo come muoverci e sfruttando le dinamiche stealth e da questo capitolo potremo sfruttare anche la mimetizzazione con il terreno.
Dovremo seguire quindi le missioni principali legate al destino di Auroa ma anche alcune sotto missioni legate ai tanti personaggi secondari che incontreremo sul nostro percorso.

La mappa è molto ampia e suddivisa in zone con vari campi base da poter sfruttare. Qui potremo migliorare le skill del personaggio così come equipaggiarsi al meglio. Potremo quindi scegliere a che ora riprendere il cammino in modo da muoverci o di giorno o di notte. Tutto è molto ben caratterizzato e gli scorci legati alle spiagge vi rimarranno impressi a lungo nella memoria.

Il gioco è affrontabile tutto in singolo e il tiro sincronizzato che vi permetteva di taggare i nemici da abbattere è stato limitato rendendo quindi il gameplay più impegnativo. Anche le armi pesanti sono state rese consumabili e quindi da utilizzare con parsimonia. I nemici uccisi poi non effettuano respawn e quindi questo elemento può giocare a nostro favore per le strategie da adottare.

Potremo scegliere la classe naturalmente e quindi migliorare le varie abilità a disposizione. Come in Odyssey poi potremo giocare in modalità esplorazione o guidata in cui dovremo reperire documenti e confrontare informazioni per capire dove dirigersi.

Il multiplayer è disponibile solo online con giocatori umani naturalmente. Sono presenti come già detto meccaniche da survival e da gioco di ruolo con ferite da curare altrimenti si perderà mobilità e resistenza.

Ottima la qualità tecnica generale del titolo, con cutscenes impressionanti e un buon doppiaggio in lingua italiana.

Diverte e convince.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI