Generation Zero

by • 02/04/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Generation Zero179

Generation Zero è il nuovo titolo targato Avalanche Studios che ultimamente si è distint   a grazie a un titolo come Just Cause.

Il setting di questo titolo è la Svezia in un passato distopico anni Ottanta in cui le macchine hanno preso in ostaggio il paese. L’impostazione è quella del First Person Shooter open world con forti innervature survival.

Vestiremo i panni di un ragazzo che di ritorno da una vacanza trova la campagna svedese invasa da mech da combattimento che vogliono eliminare. Dovremo quindi scoprire la verità su quanto accaduto. Potremo giocare in singolo oppure assieme ad altri giocatori fino a quattro contemporaneamente. Ottima l’ambientazione e i primi incontri con i giganteschi mech danno la sensazione del miglior Shadow of the Colossus.

I nemici sono di diverse dimensioni e quindi in base alla stazza avremo più o meno problemi a sconfiggerli. Ci sono ad esempio i runner che sono dei quadrupedi che ci daranno la caccia, i tick che hanno le sembianze di piccoli ragni, i seeker che sono dei droni volanti che una volta che ci individueranno chiameranno i rinforzi e quindi ancora gli hunter e i giganti harvester e tank che sono di dimensioni gigantesche.  Queste le tipologie di nemici che ci troveremo davanti.

Molti i momenti stealth e quindi l’approccio di attacco silenzioso a distanza sarà sempre preferibile rispetto agli attacchi frontali indiscriminati. A questo proposito è sempre presente un indicatore che ci segnalerà il livello di allerta dei nemici e quindi in base al giallo al rosso potranno insospettirci o attaccarci direttamente. Quando il nostro arsenale crescerà di potenza potremo tentare qualche mossa più audace ma d fronte ai nemici più possenti ci converrà sempre scappare.

E’ sempre meglio comunque trovare coperture e sfruttare tutto questo prima di sparare direttamente ai nemici.
Il terreno di gioco è veramente sconfinato e la campagna svedese è stata ricreata alla perfezione. Potremo così esplorare gli insediamenti abitati e i luoghi di interesse in cerca anche di sopravvissuti.

Potremo accumulare esperienza e quindi incrementare l abilità. Avremo modo quindi di spendere punti in uno skill tree che delineano le abilità principali naturalmente, dal combattimento, al supporto passando per le caratteristiche di sopravvivenza. Anche le armi sono personalizzabili con silenziatori, caricatori o canne lunghe.

Presenti anche mini quest secondarie in cui potremo ritrovare oggetti e ricompense.

Per quanto concerne il comparto tecnico il gioco sfrutta l’Apex Engine con una grafica realmente eccezionale mentre il sonoro è influenzato da suoni chiptune anni Ottanta.

Un gameplay divertente con un comparto artistico particolarmente ispirato.

Voto: 7

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI