Fuossera: l'intervista

by • 29/09/2007 • IntervisteComments (0)456

Hotmc.com intervista un gruppo che ha festeggiato il 26 settembre i nove anni di vita: i "Fuossera". In occasione dell'uscita del loro disco d'esordio, intitolato "Spirito e Materia", abbiamo fatto una chiacchierata con gli artisti, cercando di farci raccontare curiosità, aneddoti e motivazioni che hanno accompagnato la realizzazione di questo loro primo progetto.

Luca Malatesta: Due giorni dopo la ricorrenza del vostro nono anno di sodalizio, esce il vostro disco d'esordio. Cosa vi aspettate?

O'Jank: Non abbiamo fatto bilanci preventivi, sarò sincero. Forse quello che ci aspettavamo lo risentiamo nel disco.

Sir Fernandez: Esatto, sono d'accordo. Non vogliamo pronunciarci su quel che potranno essere le vendite o il riscontro del pubblico, però possiamo dire di aver ottenuto già un risultato: un disco che suoni e dica ciò che siamo, sino in fondo.

L.M.: bene, allora cominciamo a parlare proprio del disco. "Spirito e Materia" è un titolo che lascia trasparire significati decisamente ideologici, raccontatemi com'è nata questa scelta e quale significato le attribuite.

O'Jank: E' stato tutto abbastanza naturale. Quando abbiamo deciso di lavorare al progetto volevamo includere al suo interno brani che riflettessero il mondo che viviamo. Nel nostro quartiere ti accorgi che la vita non è fatta solo di cose materiali, ma anche di tutta una serie di sentimenti che non puoi toccare con mano.

Sir Fernandez: La società moderna, a nostro avviso, da troppa più importanza alla materia che non allo spirito, ed è anche questo che raccontiamo. Abbiamo cercato anche di lasciar trasparire quello che è il nostro spirito, e lo spirito della gente che vive dove viviamo noi.

Pepp J-One: A proposito di ciò, aggiungo un particolare. Nella prima traccia dell'album abbiamo lasciato parlare la gente del nostro quartiere, ponendo loro domande riguardanti lo spirito e la materia. Per motivi tecnici abbiamo dovuto estromettere una risposta a mio avviso interessantissima. Un ragazzino delle nostre parti ci ha detto che a parer suo, il cd, intendendo fisicamente il supporto magnetico, sia già un valido esempio di quello che può essere il connubio tra spirito e materia. Infatti è qualcosa di materiale, di tangibile, ma che racchiude musica e parole, lo spirito di un artista, appunto. Trovo che sia un concetto ampiamente condivisibile.

L.M.: Beh, visto che ci hai già pensato tu, citando la prima, parliamo delle tracce del disco. Cominciamo dalle produzioni. Chi le ha curate e che cosa ci dobbiamo aspettare?

O'Jank: ci sono vari produttori che hanno steso i tappeti musicali. Ci sono io, poi sono presenti basi di O'Luchè (Co'Sang), Dj Fresella (ex membro ufficiale dei Fuossera) e Granstà MSV (della storica Puazze Crew). Sono presenti anche due giovanissimi e talentuosi producer partenopei: Dj Uma e O'nan. E poi il disco contiene una bonus track prodotta da P-eight (DalBasso).

Sir Fernandez: Nel disco però collaborano anche altri musicisti, come Vinci Dacunto (polistrumentista facente parte dei Bisca) che ha curato anche parte degli arrangiamenti, e Guido Migliaro, bluesman napoletano che è presente in due brani.

Pepp J-One: Si, Guido Migliaro ci ha fatto un gran bel regalo: l'assolo finale di "O cant' e n'omm", che a noi è piaciuto tantissimo. Ma anche le tastiere di Vinci ci hanno piacevolmente sorpresi. Completando la risposta alla tua domanda, io credo che alcune tracce del nostro lavoro stupiranno alcuni ascoltatori.

L.M.: a mio avviso è vero. Io ho ascoltato l'album e vi ho trovato dentro molta più "musicalità" di quanto mi aspettassi. Non solo loop ed atmosfere cupe…

Sir Fernandez: Premettendo che le atmosfere "da strada" sono quelle comunque ci saranno, devo dire che si, magari il tuo punto di vista è giusto. Abbiamo cercato di esprimere ogni lato della nostra creatività, ora tocca solo agli ascoltatori scoprirla.

L.M.: Apriamo il capitolo featuring. Chi sono gli ospiti al microfono?

Pepp J-One: Compaiono Granstà MSV, i Co'Sang, Monsu du 16 (rapper francese), Flake (soulsinger romano, dei KTF) e poi Vincenzo da Via Anfossi e Marracash della Dogo Gang.

O'Jank: con Vincenzone e Marra abbiamo cercato di realizzare un confronto tra la realtà napoletana e quella milanese. Infatti in "Sola andata" esterniamo un senso di disappunto profondo verso chi giudica situazioni nelle quali non è mai realmente immerso.

L.M.: Anche ora mi avete anticipato. Visto che, come prima, hai preannunciato nella tua risposta la mia prossima domanda. La gente che ha ascoltato i vostri precedenti singoli, o le uscite sui vari mix-tape, credo immagini i Fuossera come un gruppo che ha al centro delle proprie tematiche la quotidianeità del proprio quartiere. Troverà conferma la mia teoria nel vostro album?

Sir Fernandez: Mi aspettavo una domanda del genere. Guarda, credo che la risposta adatta sia un deciso no. Nel nostro disco sono presenti numerosi spaccati della vita quotidiana di Piscinola (quartiere a nord di Napoli, ndr) ma non sono affatto l'unica tematica del nostro disco. Abbiamo realizzato brani diversi, che trattano una molteplicità di tematiche.

O'Jank: E' vero, come ad esempio "Age", storytelling che descrive l'intera esistenza di un uomo da tre punti di vista differenti, oppure brani come "Fuoc ind e sere", che è il nostro pezzo d'amore. In realtà in questo brano giochiamo un po con i concetti, descrivendo l'amore verso una donna in una primis. Ma con una seconda chiave di lettura si può evincere la passione viscerale che un artista può provare verso il proprio pubblico.

Pepp J-One: Io voglio aggiungere una cosa. Credo che il nostro album parli di ciò che viviamo a 360°, trattando temi come l'amore, l'odio, la politica (rapportata alle esigenze sociali), la criminalità, il degrado e tanti altri ancora. Tutto raccontato con gli occhi della gente del nostro quartiere. Ma ciò non deve essere interpretato come un voler filtrare la visione delle cose, magari per aggiungere drammaticità alle descrizioni o per chissà quale altro motivo. Noi abbiamo deciso di guardare il mondo con gli occhi della gente di Piscinola perchè noi per primi siamo la gente di Piscinola. Ergo, raccontiamo il mondo per come lo viviamo noi stessi…

L.M.: Interessantissima visione. E' stato questo a spingervi a creare l'intro?

O'Jank: Si, anche questo. Abbiamo intervistato chiunque. Ragazzi dell'oratorio, un prete, ragazzi del quartiere, amici, la fidanzata leccese di un ragazzo di Piscinola (che è servita per inserire una visione
"esterna" delle cose), chiunque. Visto che abbiamo concepito un lavoro ispirato dal posto in cui viviamo abbiamo deciso di dare voce anche ai protagonisti.

Pepp J-One: Abbiamo lasciato che il quartiere parlasse con la propria voce. In genere gli artisti parlano alla gente, nell'intro abbiamo voluto che fosse la gente a parlare a noi artisti.

L.M.: Cambiando punto, per quale etichetta verrà pubblicato "Spirito e Materia" ?

Sir Fernandez: esce sotto Poesia Cruda Dischi / First Class Music, con distribuzione Self.

O'Jank: Se permetti, ci teniamo a fare una particolare menzione alla First Class. Troviamo che siano persone molto professionali, ma soprattutto umanamente eccezionali. Abbiamo instaurato con loro un rapporto splendido, soprattutto con Antonio Tesoro, che è veramente un fratello.

Pepp J-One: Io credo che siano un'etichetta indipendente con la mentalità di una Major.

L.M.: Com'è stato scelto il primo singolo, "Voglia e vulà", del quale avete realizzato il video?

O'Jank: E' stato scelto da noi. L'abbiamo scelto perchè è uno dei brani che maggiormente rappresenta lo spirito ed il messaggio del disco.

Sir Fernandez: La First Class ci ha messo a disposizione tutto ciò che occorreva per girare il video, che a noi piace molto. Le riprese sono durate un giorno solo, sono state faticosissime, ma siamo molto soddisfatti di come ha agito la troupe venuta da Milano.

Pepp J-One: Vogliamo ringraziare anche tutte le persone presenti quel giorno, cominciando con Co'Sang e Granstà MSV, e finendo con la gente del quartiere. Le auto e l'elicottero della Polizia che si vedono apparire nel video, è materiale originale. Si trovavano lì, "per caso", durante le riprese.

L.M.: Avete già fissato tour promozionali in giro?

Sir Fernandez: Ancora nulla. L'unica cosa per la quale credo di porter garantire l'ufficialità, è la presentazione di "Spirito e Materia" alla FNAC di Napoli il 16 novembre. Sicuramente prenderemo altre date per promuovere il lavoro, ma non c'è ancora niente di stabilito per adesso.

L.M.: Bene, allora non mi resta che ringraziarvi per la disponibilità e farvi il mio "in bocca al lupo".

Fuossera: Crepi! Ma soprattutto, grazie a te e a Hotmc.com.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI