Free Expressions

by • 18/02/2011 • RecensioniComments (0)480

Etana è diventata una delle stelle al femminile del panorama reggae femminile e già con l’album d’esordio The Strong One aveva dimostrato tutta la sua stoffa. Ecco che quest’anno sempre con Vp Records esce il suo secondo lavoro da studio intitolato Free Expressions e possiamo dire che sicuramente la cantante non ha deluso le aspettative. Il suo è uno stile che ancora una volta mischia reggae con soul, rhythm and blues e gospel. Il disco inizia con Free che è un inno alla liberazione dalla schiavitù mentale. Sulla stessa tematica troviamo poi Mocking bird su suoni new roots di Flava McGregor sul suo Ghetto Riddim. C’è posto anche per il reggae old school di People Talk, il lovers Heart broken sull’Inner City Lady riddim. Si prosegue ad alti livelli con il pop-reggae romantico di ‘I know you love me’ ed il soul di I got you.  Altre tracc degne di nota sono le romantiche Happy Heart, prodotta ancora da Flava McGregor e My Name Is, Moving on che ricorda da vicino lo stile di Erykah Badu e la strictly roots War sulla  diseguaglianza economica e sociale. August Town è forse la traccia più bella dell’intero album e parla di un massacro avvenuto nei ghetti di Kingston per scopi politici. In conclusione c’è anche posto per un po’ di scatenato e sensuale ballo rub a dub con Dance che richiama una vecchia canzone del compianto Gregory Isaacs.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI