Football Manager Classics 2014

by • 04/05/2014 • Rubriche, The Game VaultComments (0)443

football
Football Manager
 è una religione più che un gioco: pochi titoli vengono presi così seriamente dai giocatori, e pochi titoli hanno promosso manager virtuali al ruolo di consulenti esterni di mercato per delle società realmente esistenti (true story). L’habitat naturale di questa serie è sempre stato il PC, che fosse quello di casa o quello del lavoro, con buona pace degli ignari datori di lavoro e dei colleghi: siamo in Italia, d’altronde, e il calcio è ben più che lo sport nazionale. Pur non essendo la prima volta che il manageriale di SiGames lascia le scrivanie per fare una sortita in ambito portatile, per l’accoppiata modalità Classic – PSVita si tratta di un esordio, e, da appassionato ventennale della saga, aspettavo questa versione con non poche speranze. Perfette per il gioco “on the go” le Sfide, che, da riempitivo scacciapensieri che erano in versione PC, diventano un’alternativa convincente al prosieguo della propria carriera, soprattutto quando si ha a disposizione una finestra temporale breve. La profondità del gameplay, l’ampio ventaglio di scelte manageriali e un database che non scende a compromessi riescono comunque a salvare la baracca, come una neopromossa che macina punti nelle ultime 6-7 giornate dopo un campionato passato a vivacchiare: Football Manager Classic 2014 è un ottimo titolo. Buone idee, come la possibilità di sincronizzare i propri profili Psn e Steam così da continuare fuori casa la propria carriera iniziata tra le mura domestiche e viceversa.
Non ritengo si possano considerare come problemi l’assenza di sonoro, ormai marchio distintivo della saga, o la legnosità del motore tridimensionale che gestisce i match, perché, oltre ad essere elementi marginali, rappresentavano punti deboli già nella versione originaria, e non sono quindi imputabili né a mancanze nel porting né a debolezze hardware di PsVita.

 

Voto: 7.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI