Flame Over

by • 30/03/2015 • Rubriche, The Game VaultComments (0)640

flame-over-logo-ukUpdate versione Ps4

Il simpatico pompiere di Flame Over finalmente dopo il suo esordio per Ps Vita arriva anche su Playstation 4.

Possiamo subito dire che il gioco rimane uguale in tutto e per tutto anche in questa versione della console maggiore.

Quindi sia dal punto di vista del gameplay che della grafica quindi con un porting che è riuscito molto bene.

Il gioco come sempre ci metterà nei panni di Blaze Carruthers che all’interno delle Infernal Industries tenterà di portare in salvo animali e persone intrappolate nell’incendio veramente spaventoso.

Nei 16 livelli composti da più stanze dovremo girare di stanza in stanza e porre fine ai vari incendi. Saremo armati solamente del nostro estintore e della polvere ignifuga.

Potremo non solo recuperare persone ma anche oggetti dimenticati e dovremo fare sempre attenzione dato che le fiamme una volta spente potranno ritornare e rinfocolare parti già spente.

Tutto si giocherà tramite i tasti R e L con cui potremo spruzzare acqua o buttare polvere ignifuga, alternando quindi i due interventi.

Dovremo fare sempre attenzione a quanta acqua avremo a disposizione dato che una volta finita saremo obbligati a fare un salto nell’atrio e rifornirci nuovamente.

Avremo un tempo limitato, solitamente cinque minuti, prima che il nostro prode pompiere soccomberà alle fiamme.

Ottimo il gameplay frenetico come sempre, con un buon livello di sfida e una grafica caratterizzata da animazioni molto divertenti e un sonoro che caratterizza l’azione con una buona colonna sonora e degli effetti del fuoco credibili.

Da provare anche su Ps4.

 

Voto: 8.5


Versione Pc

Il nostro eroe è ancora una volta un improbabile pompiere londinese, dai baffi importanti, equipaggiato con un curioso zaino, comprendente sia un estintore a polvere che una lancia per sparare acqua da una tanica portatile: entrambi possono essere riempiti all’inizio dello stage o nei punti di recupero in giro per la mappa, e non manca, come dotazione accessoria, una pratica ascia per sfondare le porte sigillate. Scopo del gioco, come prevedibile, è spegnere tutti gli incendi, disseminati nei quattro livelli di gioco, che vanno sbloccati completando quattro sottolivelli ciascuno, dalla complessità crescente. Le mappe, generate proceduralmente, alternano lunghi corridoi a stanze più o meno ampie, piene di oggetti che attendono solo una scintilla per generare in un violento incendio. Il fuoco, difatti, non è un elemento statico dello scenario, fermo in attesa di venire annaffiato da galloni d’acqua: è invece un’entità attiva, quasi viva, che tenta incessantemente di ravvivarsi e propagarsi su qualsiasi superficie sensibile, porte incluse. Come se non bastasse l’ovvio pericolo del contatto con le fiamme, altri fattori da tenere in considerazione sono il calore della stanza e del piano in cui ci si trova che, una volta superata una certa soglia, decreta anticipatamente la fine della partita. A complicare ulteriormente un gameplay già non facile è lo stretto limite temporale imposto per il completamento del livello: solo cinque minuti per completare tutti i piani: per fortuna il cronometro può incrementarsi, di un minuto alla volta, salvando le vittime intrappolate nel fuoco. Anche la salute, che si può perdere rimanendo troppo tempo in una stanza troppo calda o venendo direttamente a contatto con il fuoco, può essere riacquistata salvando i rari gattini sparsi nei livelli. Le caratteristiche rogue-like, insomma, sono ben evidenti e spingono ad andare oltre l’apparente atmosfera faceta, che traspare dalla grafica smaliziata e dalle musiche buffe: il sottostrato ludico di Flame Over, infatti, è un action che richiede un’equa distribuzione fra rapidità e precisione di movimenti e distribuzione dei getti, una lotta impietosa contro il tempo, il fuoco ardente e le riserve limitate di acqua e polvere. Saper gestire queste ultime è una parte fondamentale dell’esperienza di gioco, visto che non sempre basta innaffiare tutti i mobili per impedire la diffusione delle fiamme in una stanza; bisogna, infatti, anche individuare i focolai e smorzarli con la polvere, prima che tornino ad ardere con rinnovata violenza e, soprattutto, evitare di rimuovere l’agente chimico con un getto d’acqua mal diretto. La rappresentazione super-deformed dei personaggi è funzionale a uno stile grafico scanzonato che, insieme alla colonna sonora ugualmente goliardica, tenta di alleggerire il senso di oppressione e frustrazione che, inevitabilmente, sovviene dopo l’ennesimo fallimento della missione. Forse un tentativo maldestro, quanto opinabile, di attirare un target demografico più giovane, rispetto a quello tipico dei giochi rogue-like, magari avvicinando nuove leve a un genere noto per la proverbiale difficoltà d’approccio iniziale e per le soddisfazioni che elargisce una volta conquistato. Flame Over La lotta agli incendi è un concept colpevolmente poco usato nei videogiochi, quindi ogni nuovo tentativo di esplorazione di questo aspetto va quantomeno apprezzato. Flame Over porta anche su Pc una fusione fra meccaniche da sparatutto twin-stick, tipiche dei titoli veloci e adrenalinici come Super Stardust e Dead Nation, e caratteristiche rogue-like come l’unica vita a disposizione e il tempo limitato per completare le missioni. Nel complesso il titolo diverte e intrattiene, offrendo una sfida niente affatto semplice da superare, nonché duratura, grazie ai bonus passivi acquistabili, a inizio partita, con i soldi guadagnati nella vita precedente. Insomma, un buon passatempo fra una caccia al mostro e l’ennesimo, interminabile, dungeon procedurale.

Voto: 8.5
Versione Ps Vita

Il giocatore vestirà i panni di Blaze Carruthers, pompiere altruista che da solo cercherà di portare in salvo persone e animali, rimaste imprigionate nella Infernal Industries, sfruttando solamente il suo estintore e polvere ignifuga. Il gameplay prevede che il giocatore controlli il pompiere e dirigendosi di stanza in stanza vada a spegnere i vari incendi presenti nelle stanze, portando in salvo eventuali persone o animali e recuperando oggetti dimenticati dagli stessi. Se l’impresa può sembrare semplice, sappiate che il fuoco non è poi così semplice da domare, in quanto da esso scaturiranno vampate di fuoco in grado di applicare nuovamente un incendio laddove si era appena spento. Fortunatamente per Blaze, la sua attrezzatura è in grado di domare le fiamme. Difatti premendo il tasto dorsale [R] il pompiere spruzzerà parte della sua riserva di acqua contro l’incendio e nel caso sia necessario premendo l’altro tasto dorsale [L] getterà del liquido ignifugo per mettere fine al focolaio. Per sapere dove e come utilizzare i due tasti, saranno visualizzate le rispettive lettere in prossimità dell’incendio dando modo al giocatore di sapere cosa fare. Tutto semplice? No perché sia la riserva di acqua che la polvere prima o poi finiranno facendo restare il povero pompiere all’asciutto. L’unico modo per ricaricare questi è di recarsi all’atrio, ovvero alla prima stanza e posizionarsi in prossimità della ricarica, e in meno di un secondo i valori torneranno al massimo. Nei casi estremi è possibile sfruttare anche i dispenser di acqua posizionati in alcune stanze. Questi permettono di riempire parzialmente la tanica. Per vedere i livelli dell’acqua e della polvere è presente in basso a sinistra un indicatore che mostra il livello attuale di carica. Tutto risulta molto frenetico in quanto oltre a stare attenti al fuoco (se la temperatura sale troppo il giocatore perirà, vi è anche un tempo a disposizione di cinque minuti. Per aumentare questo è sufficiente portare in salvo una persona, la quale condotta fino all’uscita permetterà di guadagnare un minuto aggiuntivo. Se invece riuscite a portare in salvo un animale, nel caso di energia rappresentata da dei cuoricini posti in alto a destra dello schermo, il salvataggio permetterà di recuperarne uno. A fine partita o nel caso doveste morire, potrete aumentare le abilità del pompiere, sempre se avete ricevuto uno scudo per avere compreso un impresa durante la partita. I miglioramenti consentano di diminuire il tempo di ricarica, avere più tempo per rianimare una persona svenuta ed altri che non vi togliamo il piacere di scoprire. Il gioco risulta decisamente appagante e il livello di sfida è elevato, soprattutto se affrontate a viso aperto il fuoco. Per quello che riguarda l’aspetto visivo, il tutto risulta molto piacevole a vedersi. Animazioni simpatiche ed effetti visivi più che piacevoli. Sonoro che ci accompagna con una orecchiabile colonna sonora su cui si sovrappongono gli effetti del fuoco.

Voto: 9.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI