FAR: Changing Tides

by • 11/03/2022 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su FAR: Changing Tides575

Questo è il caso di un titolo con una storia veramente importante e ben costruita, con tematiche molto particolari e affrontate in una maniera molto profonda e delicata.

Il gioco rimette sul campo tutto ciò che di buono si è visto in Lone Sails e lo amplia anche con alcuni elementi gestionali e un gameplay solido e ben congegnato. Il gioco quindi colpirà tutti con le sue dinamiche toccanti, sia chi ha già giocato il primo titolo sia chi ci si approccia per la prima volta al titolo.

Okomotive prende spunti da grandi classici come Limbo e Inside in cui però in questo caso saremo alla guida di una macchina bizzarra che dovrà farsi largo in scenari di morte e distruzione. In questo seguito navigheremo per mare in  un oceano ricco di pericoli.

Vestiremo di panni di Toe che appunto si ritroverà in una città parzialmente distrutta dall’innalzamento del livello del mare. Non ci sarà un narratore a raccontarci gli eventi bensì vivremo tutto attraverso gli occhi del protagonista che vuole fare di tutto pur di ritrovare una vita in un posto sicuro.

Tutto è silenzioso e toccherà a noi ingegnarci senza alcun aiuto per trovare una vita migliore. Dopo un piccolo tutorial in cui capiremo i rudimenti della nave potremo prendere confidenza con le dinamiche a scorrimento laterale bidimensionale in cui dovremo prenderci cura della nostra imbarcazione come fosse un gestionale.

Dovremo curare moltissimo la visuale per evitare di andare a sbattere ed evitare ostacoli. La nave è governabile in tantissimi modi e dovremo givernare le vele per metterle in favore del vento così come gestire l’albero e così via. Il tutto non è semplice e immediato ma una volta padroneggiato il sistema sarà una vera e propria soddisfazione navigare in questa maniera.

La nave poi crescerà nel tempo e quindi ci darà ulteriori spunti per ulteriori modi di navigazione. Ottime anche le fasi platform che variano un po’ il gameplay in maniera piacevole. Insomma tutto quanto c’era di buono nel primo titolo viene qui amplificato in maniera molto positiva.

Ottimo anche il comparto tecnico che si evidenzia soprattutto nella rappresentazione del mare e delle sue onde. Anche i giochi di luce sono eccezionali così come tujtti gli effetti sonori.

Un titolo ricercato e particolare che colpisce soprattutto per la sua storia e la sua poeticità.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI