F1 2011 3ds

by • 28/11/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)467

Il titolo dedicato alla Formula 1 approva anche sul 3ds, per proseguire il brivido della velocità anche in versione portatile. Avviando F1 2011 ci si accorge subito delle prime importanti novità di quest’anno; prima di tutto il menu iniziale tridimensionale è stato completamente abbandonato in favore un più classico elenco di opzioni, in secondo luogo non dovrete inserire le informazioni del vostro pilota fino a che non avvierete una nuova carriera, snellendo moltissimo l’approccio al gioco. Le modalità presenti sono quelle standard, ovvero Carriera, Multigiocatore e la sezione dedicata alle prove contro il tempo, arricchita dalla possibilità di pubblicare online i propri risultati. La prima è come di consueto il vero cuore dell’esperienza e, similmente all’anno scorso, vi permetterà di indossare la tuta da corsa ed intraprendere il cammino verso il successo, partendo da contratti con i costruttori minori. Una volta stabiliti i dettagli sommari del vostro alter ego, vi ritroverete nel paddock del circuito australiano di Melbourne, dove una voce guida vi illustrerà il vostro rinnovato ufficio. Sempre attraverso un’interfaccia tridimensionale potrete consultare il vostro laptop per leggere comunicazioni via mail da parte del team, ma anche altre informazioni utili, cambiare il casco e ovviamente accedere al calendario delle gare, dove avviare il prossimo week-end. Qui ritroviamo il medesimo ottimo livello di personalizzazione dell’esperienza già visto l’anno scorso, che permette di modificare diversi parametri di gara quali la lunghezza della tre giorni, la percentuale di giri da effettuare durante la competizione per finire con la sezione dedicata al livello di difficoltà. Anche qui sono presenti moltissimi parametri modificabili separatamente, dagli aiuti alla guida al livello di competitività degli avversari, passando per l’attivazione del regolamento e della nuova arrivata Safety Car. Ogni gara della stessa stagione potrà essere affrontata in qualsiasi modo, garantendo il massimo della flessibilità. Avviato il week-end vi ritroverete seduti nella vostra monoposto in attesa ai box, con intorno i meccanici febbrilmente all’opera e gli ingegneri pronti a fornirvi assistenza. Finalmente in pista, il modello di guida si ripresenta perlopiù fedele a quanto proposto l’anno scorso dal brand, ovvero molto completo ed impegnativo senza aiuti attivati, spingendosi principalmente verso la simulazione. Governare le monoposto liberi dagli aiuti del computer è un compito tanto arduo quanto foriero di soddisfazioni una volta assimilato, tanto più immersivo quanto più efficiente sarà la vostra postazione da pilota virtuale. Oltre a vari aggiustamenti minori al sistema di guida, esordisce in F1 2011 un modello fisico completamente rinnovato nella gestione delle sospensioni, ora sensibili ad ogni minima variazione del circuito, con reazioni calcolate al millimetro e in tempo reale. L’effetto risultante è quanto mai convincente alla vista, con mezzi che si muovono restituendo un’ottima sensazione di peso e di aderenza all’asfalto, ma soprattutto pad o volante alla mano, proponendo un nervosismo dell’auto accentuato e facendo sì che le quattroruote reagiscano realisticamente ad ogni contatto coi cordoli. Migliorata la diversificazione tra le monoposto, le cui performance variano in base al team.  Citiamo infine la completa revisione dell’interfaccia, finalmente precisa nel restituire utili informazioni, tra cui i sospirati distacchi tra i piloti. Migliorata anche l’affidabilità e la quantità di informazioni inviate via radio dalla squadra, capace di rivelarsi un prezioso alleato in diverse occasioni, soprattutto se sceglierete di eliminare l’HUD affidandovi unicamente a quanto riprodotto sui cockpit virtuali. F1 2011 si mostra impreziosito anche nel comparto multiplayer, dove esordisce una novità molto importante rappresentata dalla modalità cooperativa. Sarà infatti possibile affrontare l’intero campionato affiancati da un vostro amico nei panni del secondo pilota, mettendovi così nel non semplice ruolo di compagni di squadra ed avversari in gara. Uno degli spunti più interessanti della serie è infatti la competizione tra membri dello stesso team: già contro il computer essa riesce a spingere a migliorare i propri risultati per ottenere rinnovata visibilità, ma guadagna ancora più interesse se sfiderete una persona in carne ed ossa. Il supporto all’online vede il numero dei giocatori aumentato a sedici, con le restanti otto auto controllate dalla CPU. Diverse le nuove opzioni inserite per poter mantenere sempre bilanciate le gare, come la libertà di inserire bot nel caso non vi sia un numero sufficiente di partecipanti e bonus o malus legati all’attivazione di aiuti da parte degli utenti con maggior esperienza. Da citare l’ottimo lavoro svolto sotto il profilo del sonoro che, scegliendo la visuale dal casco, riesce a dare il meglio di sé grazie ad un numero elevatissimo di effetti mixati per regalare un’immersività quasi totale. Buona anche la scelta dell’accompagnamento sonoro, ascoltabile durante la navigazione dei menu e i replay. Quest’anno la presentazione generale del gioco è stata migliorata inserendo alcune scene di intermezzo, legate ai vostri risultati sia in qualifica che in gara, le quali mostreranno il vostro pilota talvolta in festeggiamenti, talvolta affranto.  Dopo la grande attesa che aveva accompagnato il primo capitolo, capace di soddisfare una folta schiera di appassionati non era facile proporre un seguito valido ed altrettanto interessante solo un anno dopo. I ragazzi di Codemasters ci sono però riusciti e anche sulla nuova piccola ammiraglia di Nintendo il divertimento va forte.

GRAFICA: 8,5
SONORO: 8,5
GIOCABILITA’: 8,5
LONGEVITA’: 8,5
VOTO FINALE: 8,5

HOT SPOTS:
–   Ottimo il multiplayer

COLD SPOTS:
–    Fisica degli incidenti da migliorare

Produttore: Namco Bandai
Sviluppatore: Codemasters
Genere: Guida

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI