Escape from Babylon

by • 27/06/2009 • RecensioniComments (0)1128

Alborosie, secondo il mio parere, rappresenta nella maniera più calzante la cosiddetta fuga di cervelli. Alberto infatti è oramai un vero e proprio italian-jamaican, vivendo nei pressi di Kingston da ormai più di nove anni come sappiamo bene tutti.

Il primo album Soul Pirate ci aveva positivamente colpito, anche se la sua uscita travagliata e la sua complicata produzione avevano finito per far scemare le attese. In molti lo avevano definito come una semplice raccolta di singoli con qualche inedito.

Ma eccoci arrivati a Escape from Babylon, finalmente vero e proprio concept album del buon vecchio Alborosie. Innanzitutto partiamo col dire che il lavoro è “patrocinato” da Greensleeves, storica etichetta inglese di reggae e quindi sinonimo di grande qualità.

Escape from Babylon è un album che guarda al passato, con suoni e atmosfere che ricordano molto da vicino quelle di autentiche leggende come Bob Marley, Black Uhuru, Steel Pulse o Burning Spear.

Il primo singolo è stato She don’t like you, un’allegra traccia dal sapore ska con featuring IEye, una cantante del Shengen Clan con una voce incredibilmente soul.
Le altre canzoni toccano tutti temi molto importanti su riddim del roots classico, tutte produzioni dello stesso Alborosie.

One Sound feat. Gramps outta Morgan Heritage è un autentico inno all’unità sotto l’unico suono della musica reggae. Can’t Stand It vede un cammeo della bellissima voce dell’indimenticabile Dennis Brown. Good Woman è un appassionato lovers dedicato alla forza e alla dignità di tutte le donne. Operation Uppsala, in piena tradizione “only true stories” di Albo, descrive la brutta notte passata da Alberto e il suo gruppo presso un posto di polizia svedese alla ricerca di prove contro il cantante. Likkle Africa chiude l’album con il dolce canto nyabinghi di Alberto alla sua Giamaica.

Piccola nota di colore: Mr President è dedicata al nostro caro premier Papi Silvio! Ascoltare per credere!

La fuga da Babilonia è realmente iniziata e questo disco è un ulteriore invito molto forte a partire il prima possibile!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI