Ea Sports Ufc

by • 24/06/2014 • Rubriche, The Game VaultComments (0)465

ufc
Il tempo per sviluppare il titolo non è stato molto, eppure i ragazzi di EA Canada hanno stupito tutti sfruttando al meglio il motore Ignite, e mettendo in campo un titolo tecnicamente superlativo. I pugni, però, si sentiranno davvero, o saranno solo belli da vedere? Entriamo nellla gabbia e cerchiamo di scoprirlo. Vediamo di spiegare brevemente cosa sono le mixed martial arts ai meno esperti: si tratta di una disciplina sportiva durissima, che cerca di fondere varie arti marziali per eliminare le debolezze di ogni stile e ottenere una tecnica perfetta applicabile a ogni situazione. Combattimento a terra, colpi in piedi, clinch, proiezioni… un atleta di MMA deve essere un esperto di ognuna di queste cose, o potrebbe soccombere alla prima manovra inaspettata del suo oppositore. L’UFC è la lega che raccoglie tutti i più grandi combattenti a mani nude del pianeta, ed EA Sports UFC fa ovviamente lo stesso, con gran parte degli atleti ufficiali disponibili in un roster diviso in più categorie di peso, e una carriera che vedrà il vostro alter ego partire dallo show televisivo The Ultimate Fighter per poi arrivare alle grandi leghe. Una struttura assodata e semplice, che cerca di mantenersi fresca spezzando gli incontri con minigiochi di allenamento variabili. Una delle eccellenze del titolo EA è senza dubbio il gameplay, ben calcolato e complesso al punto giusto. In un tutorial iniziale discretamente longevo imparerete subito le basi del combattimento in piedi, costruito attorno a colpi gestiti con i trigger dorsali e la levetta analogica sinistra per un numero smodato di mosse eseguibili. Non siamo davanti al sistema dei Fight Night comunque, qui gli attacchi sono diretti e le mezzelune sono passate a gestire le transizioni a terra, le proiezioni e i clinch, dove sono molto più adeguate come tempistiche. C’è pertanto sempre una netta divisione tra lo striking, veloce e secco, e il combattimento a terra, più graduale e ragionato. Notevole anche la scelta del sistema di submission, una sorta di minigioco a fasi con le levette analogiche un po’ troppo permissivo contro l’IA, ma capace di dare enormi soddisfazioni contro avversari umani. Il gioco, piuttosto carente quanto a modalità singleplayer, dà il meglio di sé in rete, dove il matchmaking è gestito con cinture colorate e non mancano tornei, replay migliori della settimana e vari highlights con tanto di materiali video ufficiali dell’UFC. Contro dei vostri pari il combat system brilla di luce propria, portando a scontri tesissimi e una lunga serie di momenti memorabili. L’altro elemento di EA Sports UFC a innalzare la produzione è il comparto tecnico, che ha già impressionato molti utenti nella demo e non mancherà di far uscire gli occhi dalle orbite a chi è abituato alla grafica degli Undisputed. Il livello di dettaglio di volti e corpi è mostruoso, le animazioni sono incredibilmente fluide, la fisica ben fatta, sangue e sudore sono chiaramente visibili e realistici, e mosse ed espressioni degli atleti sono vicinissime alle controparti reali. L’Ignite sfoggia tutto il suo potenziale in UFC, anche se non manca qualche fastidioso singhiozzo persino qui. Il gioco presenta difatti una certa instabilità nel framerate (noi abbiamo testato la versione PS4), così saltuaria da sembrare più un bug che un’effettiva debolezza del motore. In ultima analisi, abbiamo trovato molto piacevole un particolare sistema di perk legato alla creazione dei personaggi e ai combattenti, che offre numerose abilità utili in battaglia e permette persino di cambiare strategia prima di un match. Il titolo EA ha dimostrato di saper stare sulle sue gambe, grazie a un gameplay di alta qualità, a un motore grafico notevole, e a un comparto online brillante.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI