E' scomparso Snoopy

by • 09/02/2004 • RecensioniComments (0)489

17 pezzi per 50 minuti circa di musica. Una troika di dj (Pasten, Mebi, Bioxs) più un produttore, Lanfiso.

Esiste una tecnica, nell'arte, chiamata "non-finito". La usavano in pochi, perche'profondamente eversiva rispetto alla consuetudine. Veniva spesse volte fraintesa e ben poco capita dai più. Un po' come questo cd: credo partendo dalla grafica: rozza e alla cazzo di primo acchitto: ben pensata e piena di senso a una visione più attenta (come il bollino SIAE dovrebbe indurre). Attenzione appunto: di due tipi: o ti lasci trasportare dalle atmosfere o ti concentri sui

perché dietro un lavoro simile, paratatticismo estremo, tagli netti. Musicalmente parlando il cd e' "tecnico" ovvero non ci son concessioni per chi non mastica l'hiphop da anni: non una rima se non altrui, diluita in scratch, scratch di quello buono e in atmosfere, tante atmosfere concentrate.

Alcuni pezzi vanno ai confini dell'hiphop, là dove possono travalicare

nel triphop o uno di quelle mescolanze che cambiano nome ogni sei mesi. Un gran cd ad ogni modo, che esce alla distanza e che impegna. Il suo pregio, il suo difetto. Ascoltare pezzi come "granscaltra106" o "inopartnabase" per capire in che contesti ci si muove. Ascoltare pezzi come "whereorwhene" o "robololulo5/dareddusululbo" per capire che sonorita' si prendono.

Caldamente consigliato ai puristi della musica hiphop privata del rap. (Quindi nel suo pieno valore, non "oscurata" da parola alcuna).

Pezzi migliori

"Granscaltra106"

"Drasobartolo2the classic underground intro"

"nonkapiscodikesitratti"

Se ti piace prenditi pure:

un cd a caso degli Alien Army, l'ultimo per esempio.

Per maggiori informazioni e per scaricarlo grauitamente: www.ilsuonochemuovemanda.org.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI