Duane Stephenson – Dangerously Roots

by • 23/11/2014 • NewsComments (0)608

duane
Duane Stephensons ne ha fatta tanta di strada da August Town.

 

Per questo suo album sempre pubblicato da Greensleeves Records ha raccolto il meglio dei produttori giamaicani con nomi come Clive Hunt, Donovan Germain o ancora Philip Winta James.

I mix finali sono stati eseguiti da Greg Morris presso i Tuff Gong Studios.

Il titolo dell’album è chiaramente esplicito e sta a indicare come l’artista non abbandoni mai le sue origini ma come invece piuttosto preferisca continuare per la sua strada e quindi portare avanti il suo messaggio altamente rivoluzionario.

 

L’album si apre con Rasta for I, in cui si spiegano le difficoltà di essere un rasta nella nostra società di oggi. In Good Good Love ci sono parecchi sentori dell’RnB anni Sessanta.

 

Ottimo anche il remix di Nah Play, canzone inclusa nel precedente album Black Gold.

 

Semplicemente grandiosi anche il duetto con Mutabaruka in Jah Reign o la cover di Bunny Wailer Cool Runnings o ancora Juline in combination con I Octane e Ghetto Religion, una cover di Wyclef cantata con Tarrus Riley.

 

Non manca l’ultima aspra sferzata contro il colonialismo bianco in London Bridge.

 

Tracks

01. Rasta For-I

02. Good Good Loving

03. Nah Play

04. Mutabaruka Intro

05. Jah Reign

06. Cool Runnings

07. Juline feat. I Octane

08. Simply Beautiful

09. London Bridge

10. House Of Lies feat. Lutan Fyah

11. Come Right In

12. Ghetto Religion feat. Tarrus Riley

13. Dance For Me

14. Sorry Babylon

15. Run For Your Life

16. Mutabaruka Outro

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI