Dream Trigger

by • 22/07/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)491

Il 3d del Nintendo 3ds consente di reuperare meccaniche di gioco molto caratteristiche in grado di impressionare e divertire chiunque. E’ il caso di Dream Trigger, shooter a scorrimento che prova a portare una ventata di novità. La trama è parecchio singolare come setting di base del gioco. Impersoneremo infatti una sorta di reticolo armato di laser ammazza nemici che si lancerà a folle velocità nella coscienza per mettere fine alla distruzione dei sogni. I nostri avversari non dimostreranno coraggio, ma anzi tenderanno a rimanere celati nello schermo superiore del 3DS, coperti da una cortina invisibile. L’unico modo per salvarci è lanciare una sonar bomb per renderli di nuovo visibili e eliminarli con la coppia di laser che abbiamo in dotazione. In tutto questo il comparto tecnico  contribuisce a creare un’atmosfera davvero particolare. Forse siamo di fronte al primo titolo in grado di sfruttare artisticamente le potenzialità tridimensionali della macchina Nintendo. Il background è infatti il vero protagonista, ponendo in secondo piano la pura meccanica di gioco. La percezione della profondità associata ai colori sgargianti e al movimento delle masse restituiscono un’esperienza davvero unica e per certi versi inimitabile. La story mode ci poterà attraverso 50 livelli lunghi in totale sei ore, accompagnati da una serie di modalità da giocare da soli o in compagnia. La forza dell’impatto visivo e una struttura che si lascia giocare ne fanno un titolo da tenere sicuramente in considerazione come un buon amico per i momenti di puro svago. Un gioco che ogni videogiocatore dovrebbe avere nella sua collezione, quanto meno per l’innovatività

GRAFICA: 7
SONORO: 7
GIOCABILITA’: 7
LONGEVITA’: 7
VOTO FINALE: 7

HOT SPOTS:
–    Atmosfera data dal 3d molto particolare
COLD SPOTS:
–    controlli a volte macchinosi

Produttore: Namco Bandai
Sviluppatore: D3
Genere: Sparatutto

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI