Dopo oltre 10 anni, Lauryn Hill ha di nuovo un contratto discografico

by • 29/04/2013 • NewsComments (1)1222

I fan di Lauryn Hill hanno la pazienza di Giobbe. L’artista, infatti, negli ultimi quindici anni è impazzita a più riprese e in molte maniere diverse, cosa che ha parecchio influenzato la sua produzione musicale, che infatti ufficialmente si ferma al 2002, con la pubblicazione del suo secondo (e ultimo) progetto solista per il ciclo Mtv Unplugged. Nessuno sperava più che tornasse in studio, anche perché le notizie non sembravano essere molto confortanti su nessun fronte: i suoi tour sono costellati da richieste assurde (ricordiamo, ad esempio, che nel 2006 in Italia rifiutò un noto gruppo italiano come opening act in quanto “nessun bianco suonerà prima di me”), ha ormai sei figli (cinque dei quali da Rohan Marley, il sesto da un altro uomo misterioso) e ha aderito a una setta che rifugge la vita in società e predica il rifiuto di pagare tasse e altri tributi, tanto che è regolarmente in tribunale per questioni finanziarie (l’ultima la settimana scorsa, vedi foto sopra, per essersi rifiutata per mesi di pagare l’affitto della sua casa nel New Jersey).

Insomma, le prospettive di una sua carriera futura sembravano essere scarsine, e invece negli ultimi giorni la notizia è arrivata come un vero fulmine a ciel sereno: Lauryn ha firmato un nuovo contratto discografico, il primo in un decennio. Ad accaparrarsela nel roster è stata la Sony, con cui già aveva lavorato in passato tramite Columbia/ Ruffhouse Records. A rivelerlo è la diretta interessata, che pubblica una lunga lettera sul suo Tumblr per spiegare il perché e il percome. “Si dice in giro che io abbia un nuovo contratto discografico, e che io lo abbia firmato per pagare le tasse arretrate. Sì, è vero, ho firmato un contratto con Sony Music per aprire una mia etichetta, tramite cui la mia musica sarà diffusa. E sì, sto lavorando davvero a nuova musica” ha spiegato. In sostanza, la nostra eroina racconta che è passata attraverso un “processo di guarigione” lungo dieci anni e che la sua malattia era l’impossibilità di realizzare la sua arte senza che qualcuno tentasse di manipolarla a fini commerciali. Aggiunge inoltre che in passato ha venduto 50 milioni di dischi, e che il fatto che nonostante questo lei possa essersi trovata in condizioni finanziariamente e artisticamente poco indipendenti rende l’idea di quanto l’intero sistema sia malato.

Morale della favola, ancora non si sa quando la nuova etichetta di Lauryn Hill entrerà in attività, ma c’è di buono che ogni contratto discografico ha dei vincoli, ragion per cui è probabile che entro un annetto o due lei sia quantomeno “costretta” a pubblicare qualche canzone nuova.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI