Doom

by • 23/05/2016 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Doom223

doom
Il nuovo Doom è un tributo riuscitissimo a tutto ciò che di bello c’è e c’è stato nei first person shooter. Il classico di id Software è tornato a rivivere più energico e scattante che mai e tutti gli appassionati del genere potranno gioire per questa operazione che ha riportato un autentico monumento degli anni Novanta nuovamente sui nostri schermi.

Un gameplay che si discosta nettamente dalle ultime produzioni fps votate all’iperrealismo ma che punta tutto invece su concetti come aggressività e grandi accellerazioni nel gameplay. Il multiplayer ha ritmi da arena shooter un po’ come accadeva in Quake e il single player regala almeno quindici ore di puro divertimento.

L’atmosfera è quella identica del 1993 in cui torneremo su Marte in un futuro distopico in cui gli umani hanno costruito numerose colonie. Tutto questo per estrarre e processare l’Argent. Ma a furia di trivellare si apre un varco con il mondo infernale, con tutte le conseguenze che questo cataclisma può comportare. Inutile dire che toccherà proprio a noi fare piazza pulita di tutta la feccia demoniaca.

Il ritmo è veramente eccezionale. Non si ha un attimo di respiro e si continua a sparare fino all’arma successiva se si è a corto di munizioni.  L’arsenale contribuisce in massima parte a questa varietà e frenesia di gameplay, attivando in certe circostanze colpi speciali come tre proiettili esplosivi per lo shotgun o missili a ricerca per la mitragliatrice che varieranno lo schema di gioco in maniera molto convincente.

doom2

Il tutto a 60 frame a secondo senza alcun tentennamento.  La campagna è divisa in vari capitoli che ci porteranno a girovagare su una mappa molto amplia e ricca di segreti e collectables. Potremo così facilmente potenziare corazza, armi e anche le stats del proprio alter ego digitale.  Sarete invogliati a giocare e rigiocare la campagna per trovare tutto il possibile e quindi potenziare il proprio personaggio al meglio e quindi affrontare i livelli di difficoltà più elevati.

Il gioco dal punto di vista tecnico fa miracoli dato l’utilizzo del id Tech 6. Il tutto risulta più fluido che mai.  Texture ed effetti di superficie impeccabili. Nel multiplayer il gameplay si sublima ancora di più.  Non ci si ferma un attmo ed è tutto molto frenetico e l’azione e gli approcci sono sempre molto vari. Ottima  anche la modalità Mietitore di Anime che ricorda la Kill Confirmed, al cardiopalma anch’essa.  Anche Via della Guerra è una modalità molto interessante in cui dovremo controllare una zona seguendo un percorso segnalato in precedenza.

Un ottimo ritorno tanto auspicato quanto ben realizzato. Il re degli shooter è tornato e farà innamorare tanto i nostalgici quanto i novellini.

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI