Dirt 3

by • 25/05/2011 • ArticoliComments (0)523

I giochi della Codemasters sono sempre stati caratterizzati da un ottimo equilibrio tra arcade simulazione. Anche questo terzo capitolo di Dirt non fa differenza. Il titolo si avvale inoltre dello strumento di sviluppo chiamato EGO, eccellente nella resa grafica, ma anche nella riproduzione delle leggi fisiche, dei danni, del meteo e tutto quanto possa tornare utile in un titolo di corse. Dirt 3 ritorna ai fasti di un tempo quando il titolo aveva come prefisso il nome del grande campione Colin McRae. Nel gioco avremo una modalità principale che vi permetterà di affrontare e sbloccare in successione tutta una serie di eventi, chiamata Tour Dirt, affiancata dalle classiche Gare Singole e dal Multiplayer. La struttura della carriera vi richiederà di creare un profilo che si potenzierà con I punti raccolti in gara. In Dirt 3 saranno presenti quattro stagioni, le quali andranno giocate in sequenza, ognuna contenente una serie di gare. Avrete la libertà di scegliere una gara piuttosto che un’altra. Le competizioni inserite includono un gran numero di tappe Rally classiche, affiancate da Rally Cross (competizioni con più auto in pista), Testa a Testa, Trail Blazer (gare ad altissima velocità a bordo di bolidi potentissimi), Land Rush (che vi mette a bordo di grosse jeep o dune buggy in competizioni tradizionali su percorsi sconnessi), gare Drift e la nuova Gymkhana.Un’ottima varietà di soluzioni non c’è che dire. Il parco auto spazia da vecchie glorie degli anni sessanta, fino ai bolidi dei giorni nostri.
A favorire la godibilità del titolo troviamo un alto numero di opzioni che permettono di personalizzare l’esperienza al massimo, a partire dagli svariati aiuti alla guida, passando dall’eliminazione dell’interfaccia di gioco per arrivare all’abilità dell’intelligenza artificiale, dotata di ben sei livelli diversi. Il modello di guida, disattivate tutte le assistenze, si è rivelato sicuramente più simulativo. La risposta dell’auto è sempre precisa, durantre la guida.
Il feeling di guida è un marchio di fabbrica Codemasters, basato su una sensazione di velocità che ha pochi eguali nella categoria e sulle possibilità di manovra concesse dal precisissimo sistema di controllo, che garantisce un gameplay ottimamente calibrato. Grandiosa anche la ricostruzione dei diversi terreni, che andranno dalla sabbia alla neve, fino all’asfalto e al bagnato, finalmente introdotto grazie al cambiamento delle condizioni meteo. Torna anche l’eccellente simulazione dei danni. Nel multiplayer potrete decidere se affrontare gare ufficiali, che permetteranno anche di acquisire punti reputazione ed esperienza, o divertirvi in modo spensierato, scegliendo una delle due principali sezioni. Le modalità proposte sono molteplici, e comprenderanno tutte le competizioni viste nella campagna principale, suddivise in comode categorie. Un’altra competizione vi vedrà cercare di abbattere dei cartelloni raffiguranti degli alieni: chi ne distruggerà di più entro il tempo prestabilito vincerà. Ancora potrete cimentarvi con Outbreak, in cui dovrete rincorrere e toccare l’avversario. Infine ritorna la modalità split-screen, che permette a due giocatori di scontrarsi sulla stessa console. Il comparto tecnico del titolo Codemasters si posiziona con decisione tra i migliori della categoria, forte di un dettaglio generale davvero elevatissimo, che vede modelli delle auto molto ben realizzati, ma soprattutto circuiti densi di elementi. Grande anche il comparto sonoro caratterizzato da campionamenti di livello. Un grandissimo prodotto che riporta in auge I fasti dei grandi titoli dedicati al rally.

GRAFICA: 9
SONORO: 9
GIOCABILITA’: 8
LONGEVITA’: 9
VOTO FINALE: 9

HOT SPOTS:
–    Parecchio longevo e dal comparto tecnico impressionante
COLD SPOTS:
–    un po’ troppo difficile all’inizio

Produttore: Namco Bandai
Sviluppatore: Codemasters
Genere: Rally

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI