Diritti civili e baggy jeans: la rivolta della Louisiana

by • 09/09/2007 • NewsComments (0)912

Nell’America patria del puritanismo mostrare i boxer diventerà molto probabilmente un reato. E’ la “tolleranza zero” alla Rudolph Giuliani che continua a far scuola: a Manatthan si combatteva contro il decoro turbato dai lavavetri, a Delcambre, piccola località della Lousiana, il decoro ed il senso di legalità si combatte con una multa di 500 euro o 6 mesi di galera a chi si permette di mostrare il colore dei propri boxer. Eppure certe parole proprio non te le aspetti dal consigliere comunale di Atlanta e attivista nero C.T.Martin, che si giustifica paragonando i “baggy pants” all’abbigliamento galeotto di certi spacciatori con le loro lunghe magliette. E poco importa se forse ci sono cose più importanti da combattere (gli omicidi sono cresciuti del 400%, le rapine del 38%, i furti del 23% ) e che forse il senso di giustizia e legalità non è direttamente proporzionato ai centimetri di boxer che escono fuori dai pantaloni. Ma in questa America non c’è solo Giuliani e la sua scuola, contro questa legge infatti hanno già dichiarato guerra diverse associazioni per i diritti civili, che l’hanno immediatamente bollata come una "proposta assolutamente non costituzionali e come una chiara violazione della libertà di espressione".

(Testo di Sarpi)

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI