Devil May Cry 5

by • 11/04/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Devil May Cry 5168

Devil May Cry è uno dei franchise iconici di Capcom e la software house giapponese sta operando una sorta di rispolvero dei suo marchi migliori per la gioia di tutti gli appassionati. È recentemente uscito il remake di Resident Evil 2 e oggi è approdato sui nostri schermi anche il quinto capitolo di Devil May Cry.

Ritorniamo da dove ci aveva lasciati il numero quattro con Dante, Nero e V che devono fronteggiare Urizen, il re dei demoni che naturalmente vuole porre fine all’umanità.
Nel quinto capitolo vengono narrati molti fatti in parallelo anche antecedenti o posteriori alla trama principale fra i tre protagonisti del titolo.

Il gioco punta tutto sullo stile generale che da sempre ha contraddistinto questo titolo. Il carisma è innegabile e potremo fare anche la conoscenza di Nico, una presenza che sarà sempre al fianco di V all’inizio e che potrà facilmente raggiungere ogni parte del mondo con il suo van. V può contare anche sull’aiuto di tre demoni differenti ossia Shadow, Griffin e Nightmare che provengono dalle serie. Quindi il gameplay di questo nuovo innesto risulta molto interessante. Potremo quindi utilizzare il devil trigger per generare questi attacchi esplosivi.

Nero e Dante invece rappresentano i canoni del gameplay classici. Nero può sfruttare i devil breaker da apporre al braccio destro con varie funzioni tipo aggrappare i nemici o attirarli. Potremo selezionare vari devil breaker e quindi utilizzarli nella maniera che più riterremo opportuna. Quindi con Nero dovremo mantenere un po’ di strategia e scegliere cosa utilizzare in battaglia.

Dante è il solito personaggio carismatico di sempre che abbiamo imparato ad amare nel corso degli anni. Gli stili di combattimento sono quattro diversi il trickster, il royal guard, il gunslinger, swordsman che consentiranno di attivare mosse speciali lo scatto, il contrattacco, una potente scarica di pistole e un attacco ad. Potremo sempre alternare armi da fuoco con quelle bianche. In questo caso forse avremo l’esempio più classico del combattimento della celebre serie.

La produzione nel combat system rivela quindi una certa tecnicità e potremo anche acquistare mosse in modo da aumentare ancora la specificità del gameplay che adotteremo. Anche il combo system è molto variegato e ci permetterà di sperimentare molto, anche nel training mode chiamato vuoto.

Un ottimo compromesso tra passato e futuro e tra vecchio approccio e nuove feature che non scontenterà nessuno.
Ottimo il comparto tecnico con un RE Engine in grande spolvero per una grafica che regala un’effettistica di primo livello, soprattutto negli scontri. Anche il framerate rimane granitico anche nei momenti più concitati.

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI