Dead Rising 2 Off the Record

by • 30/10/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)493

Ritorna Frank West a Fortune City. Ancora una volta Frank si ritroverà ben presto prigioniero in una città invasa dai non-morti, con 72 ore a separarlo dall’arrivo della cavalleria. Dead Rising 2 Off the Record dimostra ancora una volta come Capcom abbia un talento particolare per riuscire a riproporre in chiave vincente un gioco relativamente recente sfruttandone i punti di forza per costruirci sopra qualcosa di appassionante. Nella fattispecie, Off the Record si appoggia per gran parte alle risorse costruite per Dead Rising 2, vale a dire la città-casinò di Fortune City, ma ripropone come protagonista colui che, col primo Dead Rising, ha dato il via alla serie. Una volta superata la prima parte introduttiva, Frank si troverà nella necessità perlomeno di rinvenire le dosi di Zombrex necessarie per attendere l’arrivo dei soccorsi, ma per fare ciò dovrà avventurarsi nelle vie invase dagli Zombie. Per quanto questo costituisca l’essenziale, ciò a cui dovrete dedicarvi se non volete arrivare al Game Over, limitarsi a uccidere non-morti in caccia di medicinale o accumulando denaro per acquistarlo non sarà certo sufficiente a “finire” il gioco: Frank è un fotoreporter d’assalto, è dato che c’è indubbiamente qualcosa di sospetto nella nuova fuga di non-morti che ha coinvolto Fortune City, non si sentirà tranquillo se non riuscirà a venire a capo a questo nuovo mistero. Ecco pertanto riproposto il sistema dei “casi” visto nei precedenti due giochi, il quale consiste essenzialmente nel presentarsi in un determinato luogo entro una certa ora per attivare missioni speciali, anch’esse da risolvere entro un tempo limite. C’è da dire però che attivare e superare queste missioni non sarà strettamente obbligatorio: il gioco andrà avanti comunque, anche se non avrete accesso alle successive e non potrete certo sperare di ottenere trofei interessanti, visto che il vero scopo è comunque sopravvivere. A prescindere, qualsiasi azione intraprenderete vi farà guadagnare punti esperienza, e a determinate soglie Frank salirà di livello: questo vi darà volta per volta notevoli vantaggi, come energia extra, più spazio nell’inventario, nuove mosse speciali o nuovi “progetti” per combinare gli oggetti tra loro. Purtroppo ancora una volta la progressione è prefissata, quindi scordatevi di poter personalizzare Frank in qualsiasi modo; ma come nei due giochi precedenti rimane la possibilità di interrompere la partita in qualsiasi momento e ri-cominciarla importando il livello del personaggio. Una delle caratteristiche principali che differenziano Frank da Chuck, il protagonista di DR2, è il fatto che il reporter giri costantemente con la sua macchina fotografica a portata di mano: per quanto inforcarla, prendere la mira e scattare una foto sia una procedura un filo complicata (dovrete infatti utilizzare tre tasti del controller), l’attrezzo costituisce anche una fonte pressoché inesauribile di PP, specie quando riuscite a immortalare soggetti particolari. Il gioco valuterà le foto secondo i parametri di drammaticità, brutalità, orrore, erotico e comicità, ma non mancheranno i premi per soggetti “speciali”. In ulteriore aiuto arriva la nuovissima modalità Sandbox, richiesta a gran voce dai fan. In questa Frank si lancerà su Fortune City senza nessun motivo: sono le sue vacanze! Nessuna missione da seguire, nessun limite di tempo, nessun bisogno di Zombrex. Il personaggio avrà la possibilità di girare indeterminatamente tra i negozi, i casinò, i locali e le giostre, con l’unico scopo di accumulare soldi e PP che poi saranno condivisi con il corrispondente salvataggio della modalità storia. In sostanza Dead Rising 2 Off the Record riesce, i virtù di una formula di gameplay ancora valida e in forza del carisma del protagonista originale, a riportare ancora con successo la serie sulle nostre console, soprattutto considerando che viene venduto ad un prezzo inferiore rispetto al classico Triple-A. I fan della saga probabilmente non potranno lasciarselo sfuggire, ma anche i neofiti troveranno il pacchetto appetibile; sconsigliato invece per coloro i quali non avessero trovato sufficiente mordente in DR2, anche perché il concept di gioco è essenzialmente lo stesso…

GRAFICA: 7,5
SONORO: 7,5
GIOCABILITA’: 7,5
LONGEVITA’: 7,5
VOTO FINALE: 7,5

HOT SPOTS:
–   Sandbox grandioso

COLD SPOTS:
–    E’ in fin dei conti un DLC

Produttore: Capcom
Sviluppatore: Capcom
Genere: Azione

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI