Dandara: Trials of Fear

by • 14/05/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Dandara: Trials of Fear139

Dandara ha appena ricevuto l’ottima addition del Trials of Fear e quindi questo ottimo Metroidvania torna a brillare di luce propria.

La storia come sa chi ha già giocato al titolo non ha un peso molto preponderante rispetto al gameplay anche se la community dei fan si è sempre impegnata a comprendere il simbolismo che si cela dietro a molti elementi del gioco. Ci sono tanti elementi mitologici interessanti da scoprire e quindi la bellezza del gioco sta proprio in questo.

Nei panni dell’eroina Dandara dovremo riuscire a salvare il mondo di Salt e di tutti i suoi abitanti che ripongono in noi tutte le loro speranze.

Come già anticipato però le metafore sono moltissime e quindi i livelli si sottendono proprio a questo schema di idee che viene riflesso anche nel gameplay e nelle interessanti soluzioni di gioco naturalmente.

Cominciamo dagli spostamenti e dal movimento nel gioco in questione. Dandara non si muove come accade in un videogioco normale quanto piuttosto per flash come dire, passando in maniera repentina da una piattaforma all’altra.

Molto del gioco sarà una sorta di ping pong da una parte all’altra dello schermo direzionando con lo stick sinistro e decidendo su quale piattaforma atterrare.

Questi spostamenti super rapidi sono alla base di ogni spostamento e del combattimento di questo gioco quindi è meglio padroneggiarlo nel migliore dei modi per poter avere successo tra i vari livelli.

Inutile dire che i combattimenti sono molto veloci e repentini anche se mano a mano che procederemo avremo la possibilità di sfruttare dei potenziamenti che ci saranno molto utili soprattutto nel caso dei vari boss che ci si pareranno di fronte.

Per comprendere al meglio queste dinamiche ci saranno anche dei miniboss un po’ più facili da battere che fungeranno quindi da tutorial per i nemici più coriacei.

Fiore all’occhiello della produzione ad accompagnarci in questi momenti così concitati è certamente il comparto sonoro con una colonna sonora lievemente techno che serve  a far mantenere il ritmo al giocatore.

La grafica è invece affidata a un’ottima pixel art, soprattutto nel design molto particolare dei vari personaggi che ci si pareranno di fronte. Su tutti naturalmente spicca lo design della protagonista Dandara.

Con l’espansione Trials of Fear potremo ammirare lo splendido design di ulteriori livelli di vario genere.

Un ottimo metroidvania che su Switch rappresenta una valida alternativa per passare il tempo con qualcosa di divertente ma al contempo impegnativo.

Voto: 7.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI