Comu Passione

by • 21/10/2006 • RecensioniComments (0)564

Dopo la hit Sciamu a ballare, in collaborazione con i grandi Sud Sound System con cui è stata anche in tour per un anno intero, la regina italiana della dancehall Marina ha pubblicato il suo primo album. Si chiama Comu passione, titolo anche del primo singolo. La formula è quella conosciuta: tredici tracce infuocate in cui si alternano sapientemente cantati melodici a rap più duri. Al fianco di Marina ritroviamo come sempre Rankin Lele e Papa Leu, protagonisti di alcuni featuring all’interno del disco nonché co-produttori del progetto insieme al Sud Sound System.

Il disco è molto variegato. Salta subito alle orecchie come siano presenti pezzi molto diversi tra loro; alcuni più leggeri, altri molto più riflessivi. Si parla sia di balli e spensieratezza ma anche delle molte avversità della vita, di guerra e della frustrazione nel vivere la difficile realtà del meridione.

E come si alternano i temi nelle canzoni, allo stesso modo, in Comu passione si susseguono canto e rap, italiano e salentino. Per il rap, la preferenza delle liriche va all’italiano mentre il salentino è utilizzato nelle parti più veloci e frenetiche. L’accostamento è molto particolare e dà a tutto il lavoro una varietà molto ampia. Ti ritrovi a ballare e a saltare come un pazzo quando l’attimo dopo ti devi fermare un attimo ad ascoltare e riflettere!

I migliori brani sono certamente Rimanite cu mie, in cui Marina mette a nudo la sua anima, Comu passione, notevole per il riddim, Cucchiate, pezzo impreziosito dal featuring del grande Don Rico, Furmatu fimmena, inno di rivalsa realizzato con Ily G e infine l’allegra e fresca Notte salentina. Un buon debutto per Marina. Un disco assolutamente consigliato che non deluderà gli aficionados del genere. Fuecu!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI