Competition:vinci [email protected] 4 dicembre

by • 28/11/2009 • NewsComments (0)395

Venerdì 4 dicembre al circolo Magnolia di Milano una dancehall night a base di ritmo reggae che avrà per protagonisti importanti nomi della scena nazionale ed internazionale
Dall'isola di Giamaica Luciano the Messenjah con il fido amico Mikey General canteranno tutto il loro repertorio sulle basi selezionate dai djs. In consolle insieme a questi due artisti eccezionali arrivano i Soul Stereo dalla Francia, mentre a rappresentare la bandiera italiana ci saranno i djs di I-tal Sound e Vito War (radio Popolare)

Luciano e Mikey sono praticamente inseparabili, insieme hanno fondato la loro propria etichetta: il loro strettissimo legame non ha paragoni nel reggae attuale se non quello familiare della famiglia Morgan. Uno spettacolo imperdibile che vedrà i due cantanti al microfono per proporre tutti i loro celebri brani, basi e ritmi verranno selezionati da un folto e assortito gruppo di djs: la crew di Soul Stereo dalla Francia insieme agli italiani di I-tal Sound e Vito War

CIRCOLO MAGNOLIA – via Circonvallazione Idroscalo, 41 – 20090 – Segrate (MI)
Start h 22 | € 10 (necessaria tessera arci)

Luciano, nome d'arte di Jepther McClymont (Davey Town Giamaica, 1964) è considerato tra i migliori artisti viventi del genere musicale roots reggae. Da sempre la sua musica esprime con incredibile coerenza messaggi di fede e salvezza, ed oggi più che mai le sue canzoni suonano come strumenti divini in grado di trasmettere conforto e speranza. Tutto questo ha fruttato al cantante giamaicano il titolo di The Messenger, Luciano si distingue infatti come un artista che ha preso le distanze dai coloro che sotto il falso appellativo “conscious” parlano diffusamente anche di sesso e violenza. Riprendendo nuovamente il titolo di un suo album Luciano ama definirsi anche “figlio del Re” richiamando anche le radici della fede rastafariana e riconoscendo l'apporto degli insegnamenti di Hailie Selassie I in ogni sua canzone. La sua fede è il vero e proprio motore che permette a questo prolifico artista di dare alla luce una media di 3 dischi all'anno. Il suo straordinario successo deriva anche dalla sua capacità di dare spazio nelle sue canzoni ad ogni genere ed influenza: Luciano canta su ritmi reggae, roots, gospel, aprendosi anche al rock, ma pur sempre veicolando un messaggio chiaro e pulito. Come lui stesso ama rimarcare nella musica non ci sono barriere ed anche se consapevole di essere un cultore della reggae music Luciano porta avanti la sua missione “internazionale” nella convinzione di raggiungere non solo il pubblico della musica reggae, ma le persone con i più differenti cammini di vita.
Sin dall'inizio della sua carriera musicale (iniziata nel coro ecclesiastico quando ancora era bambino) Jepther ottiene il soprannome Luciano per la sua voce baritonale che immediatamente faceva pensare al Big Luciano made in Italy. La sua carriera ha inizio dopo un paio di tentativi “di far successo” nella capitale giamaicana. Decisivo è l'incontro con  Phillip "Fatis" Burell della Xterminator: la casa discografica nota per avere prodotto una sfilza di artisti retti da una fortissima fede rastafariana. Alcune tra le migliori uscite sotto l'ala protettiva di Fatis sono "The Messenger" (1997) e "Sweep Over My Soul" (1999). Dopo l'abbandono della Xterminator seguono altri capolavori discografici come "A New Day" (2001) "Serve Jah" (2003), "Serious Times" (2004) e “Child of A King” (2006),  tutti per la VP Records.
Il suo ultimo album, “Jah is my navigator”, 2008, è solo l'ennesima prova di un artista che riesce sempre a stupire ed appassionare, di nuovo al centro del lavoro discografico la sua fede integerrima, la sua spiritualità inattaccabile. Nell'album la conferma di una ritrovata “eccellenza”, di nuovo la stella di Luciano ritorna a brillare nel segno di un reggae senza tempo. Tra le perle del disco “I’m the toughest” scritta da Peter Tosh e quì eseguita in collaborazione con il figlio Andrew Tosh, ed anche la version di "Jah Live" di Bob Marley, interpretata da Luciano con grande trasporto e amore.
Mikey General è conosciuto nella scena reggae da oltre 20 anni per le sue liriche coscienti cantate con impareggiabile melodia. Nato a Londra fu presto portato in Giamaica dai suoi genitori, all'età di 2 anni, tornerà in Inghilterra solo nel 1982. Fu a Kingston che gli fu dato l'appellativo di “general” per il suo abbigliamento originale. Sin da piccolo è cresciuto ascoltando i brani storici di Peter Tosh, Sugar Minot, Desmond Dekker eBob Marley, in seguito inizia a cantare nel coro della scuola e, una volta arrivato alle scuole superiori, dove non esisteva un coro, Mikey canta in aula: è a partire da questo momento che viene incoraggiato a continuare la sua carriera musicale ed a prendere sul serio le sue capacità canore. Incide la prima canzone all'età di 16 anni, un passo di grande incoraggiamento per Mikey a cui sono seguiti molti successi. Insieme a Luciano forma la Jah Messenjah Productions, e non mancano collaborazioni con nomi significativi quali la  Xterminator, Robert French, Black Scorpio ed altri tra i migliori produttori in Giamaica.
Mikey ha saputo lavorare non solo sui ritmi del reggae, ma ha saputo spaziare includendo R&B, Blues e Jazz.
Fortemente credente nel rastafarianesimo Mikey è affezionato alla sua religione e ricerca nella musica una via per trovare la bontà del cuore e la purezza dell'animo.Il lavoro stesso di Mikey come produttore è intriso di fede, infatti l'artista da sempre supporta opere benefiche ed è un grande promotore dello sport come stimolo all'interazione. Sembra proprio che Mikey abbracci qualsiasi cosa possa creare unità.
La sua oltre ventennale carriera gli ha permesso di apprezzare così come di criticare fenomeni ed artisti legati alla scena reggae. Da sempre la sua critica va alla musica profana, che esprime concetti e sensazioni “commissionati dal denaro”. Nella sua visione la musica è un lavoro onorevole dove riporre un messaggio di speranza e reverenza. “Siate forti, abbiate fede e ricordatevi di pregare, siate veramente voi stessi, lottate per la pace e per la felicità” ecco il messaggio con il quale Mikey saluta i suoi fans.
Soul Stereo (FR)
SOUL STEREO è un Sound System fondato a Parigi nel 1998 da Reeko, FattA e Tarzan. Tutt'ora è uno dei più rinomati sound system francesi e le sue selezioni spaziano tra tutti i generi della musica jamaicana, dagli anni '60 ai giorni nostri. Soul Stereo ha promosso numerosi tour europei con molti artisti jamaicani oltre ad essere il resident sound dei club parigini “La Java” e “Le Batofar”.

Rappresentano la bandiera italiana nelle selezioni i djs di I-tal Sound insieme a Vito War from Popolare Network che da sempre infuocano le serate milanesi.

VITO WAR
Vito War è dal 1988, il conduttore della storica trasmissione di Radio Popolare  Reggae Radio Station: ha fatto conoscere a un vasto pubblico le nuove realtà musicali reggae italiane sin dalle loro prime apparizioni (Africa Unite Sud Sound System Pitura Freska etc etc.) restando tuttora punto di riferimento per le giovani reggae/ska band che trovano sempre spazio nelle selezioni curate da Vitowar. Negli studi di RP sono stati ospiti della trasmissione svariati artisti nazionali e internazionali. Vitowar è considerato da tutti coloro che seguono e amano questo genere musicale il “godfather” della radiofonia reggae in Italia e i 20 anni di Reggae Radio Station ne fanno la “madre” di tutte le radiodiffusioni della musica in levare italiane.

I-
tal sound, i migliori reggae promoters
I-Tal Sound rappresenta forse, insieme ai romani di One Love Hi Powa, il gruppo di lavoro sul reggae che più di ogni altro ha spinto la cultura della musica caraibica nel nostro paese, un lavoro iniziato dieci anni fa in sordina, nell’underground più nero di Milano, per arrivare alla posizione primeggiante di oggi: oltre ad essere un sound system di primo livello per le selezioni, è anche un punto di riferimento per gli artisti internazionali che si esibiscono in Italia.
I-Tal Sound è prima di tutto un sound system che da dieci anni spinge il verbo della musica reggae nelle sue infuocate serate. Passando per vari centri sociali milanesi la diffusione del fenomeno reggae inizia attivando un costante “spostamento” di sound system in Italia. I ragazzi di I-tal sound sono oggi famosi come promoters internazionali. Grazie a loro nella nuova struttura del Live Club sono infatti passati tutti i più grandi nomi delle scene internazionali, tutto senza mai tralasciare i sound italiani più noti e le nuove crew emergenti. E, anche grazie a loro, oggi gli scenari per questo genere musicale sono cambiati. Un pubblico più aperto, proveniente non solo dai centri sociali ma anche dai club, ma pur sempre sensibile a tematiche sociali. Il reggae trova più spazio anche sui media, nelle radio, sui giornali, e i fenomeni Sound System sono in costante aumento.

Vai su http://reggae.hotmc.com, logati,visita la sezione competition e cerca il topic su Luciano per trovare la domanda a cui rispondere!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI