Competition: vinci Sizzla 13 [email protected] Club di Trezzo

by • 06/11/2009 • NewsComments (0)457

Venerdì 13 novembre torna al Live Club di Trezzo il nome più rappresentativo del reggae contemporaneo: Sizzla Kalonji
in tour per presentare il nuovo album " Ghetto youth-ology ",
uscito ad aprile

Appuntamento all'insegna del grande reggae: Sizzla è uno degli artisti di punta del reggae contemporaneo, capace di distinguersi e primeggiare sia dal punto di vista tecnico-artistico, che nella carica spirituale e nel messaggio. Dai primi anni ’90 Sizzla è, a tutti gli effetti, il personaggio reggae più riconosciuto in Jamaica e a livello internazionale.

Prossimi appuntamenti rosso – giallo – verdi al Live Club di Trezzo
Ven 20 novembre YELLOWMAN
Ven 27 novembre – BARRINGTON LEVY
Ven 11 dicembre SUD SOUND SYSTEM in dancehall
Ven 25 dicembre REGGAE XMAS CLASH

I – Tal Sound ritorna al Live di Trezzo con  il concerto di uno degli artisti più importanti e discussi in Jamaica: Sizzla!Il suo vero nome e’ Miguel Orlando Collins ed e’ nativo di August Town, nelle vicinanze di Kingston. Sin dalla gioventù Sizzla aderisce alla confraternita spirituale rasta dei Bobo Dreads: il radicale rifiuto dell’occidente come elemento oppressivo e culturalmente uniformante e la fervida preghiera a Rastafari, permeano varie fasi della sua produzione artistica. Sizzla riprende il fuoco come elemento di forza purificante per scagliarlo contro i peggiori simboli dell’occidente ed i suoi imperialismi. Artista dalla attività quasi frenetica, Sizzla ha prodotto i suoi lavori migliori nei primi anni della sua carriera in collaborazione con personaggi chiave della musica jamaicana come Philip ‘Fatis’ Burrell e Bobby ‘Digital’ Dixon ed i suoi albums " Praise ye Jah " (1997), " Black woman and child " (1998), " Freedom cry " (1998) e " Good ways " (1999) sono ormai dei veri e propri classici del reggae dei nostri giorni. I punti forti di questo artista sono l’inesauribile vena creativa e la capacità di usare vari registri della sua voce che spazia dal ruggito dei suoi brani dancehall alla grande delicatezza con cui esegue stupende ed accurate ballate, in studio Sizzla si lascia andare in un flusso vocale di grande intensità che spesso rappresenta un’ottima mediazione tra l’improvvisazione e l’aderenza a testi e canzoni scritte in precedenza. Da " Burning up ", suo lavoro di debutto del 1995 questo ancor giovane sing-jay ha abbondantemente superato il quasi incredibile numero di quaranta CDs pubblicati in dodici anni!
Il numero di singoli pubblicati sul mercato interno è praticamente incalcolabile. Un capolavoro assolutamente imprescindibile per capire l’opera di Sizzla è " Da real thing ", uscito nel 2002: altri lavori rilevanti degli ultimi tempi sono gli ecclettici " Rise to the occasion " e " Soul deep " prodotti da Don Corleon e " Waterhouse redemption " prodotto dal grande King Jammy. Il suo " The overstanding ", uscito sulla etichetta di Damon Dash, personaggio molto influente della scena hip hop statunitense, rappresenta con le sue incursioni in territorio " Black urban " l’ennesimo tentativo di affermarsi presso il pubblico nero degli USA. Quest’anno ritorna in Italia per presentare il suo ultimissimo lavoro che porta il nome di " Ghetto youth-ology ", da cui prende il nome questo tour.

Ghetto Youth-ology LP (Greensleeves Records)
Prodotto e suonato dalla storica Firehouse crew, questo nuovo album ci riporta alla vera essenza di Sizzla. Considerate "Ghetto Youth-ology" come l'evoluzione e il proseguimento di "Da Real Thing", il suo disco sicuramente più acclamato dalla critica e amato dal pubblico. Stessa band, stesse vibrazioni, stessi messaggi, profondi e ispirati, questo album è forse uno dei momenti più alti della sua estesa produzione discografica.
L’album contiene pezzi magistralmente scritti come Hey Youths o What I Am To Do Baby. La carrellata prosegue con la ficcante Stop It Right Now sul sistema iniquo di Babilonia, con Taxpapers Money sull’ingiustizia che molto spesso i governi del mondo commettono esigendo tasse non proporzionate e con il singolo Black Man in the White House, autentico inno di celebrazione per la vittoria di Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti d’America.
Sizzla Kalonji
Fin dall’inizio, Sizzla viene generalmente indicato come il più degno erede di Bob Marley. Nella sua più che decennale carriera ha dato vita a molti e validissimi dischi e a numerosi singoli di successo ma è un personaggio che raramente appare in pubblico: questa attitudine è bastata a fare di lui una sorta di profeta presso il popolo rasta, un personaggio che merita tanto più rispetto quanto meno si espone alla luce dei riflettori.
Sizzla, come molti altri rastaman, fa parte della comunità Bobo, la sua “crew” si riunisce in una grande casa detta Judgement Yard, una comunità alle porte di Kingston dove si respira al 100% l’aria della mistica rasta; è lì che il “nostro” registra le sue canzoni, è lì che le nuove leve del reggae si formano sotto la sua ala protettiva.

Le sue canzoni sono il frutto di una tendenza mistica applicata poi alla vita reale e “di strada”, ecco perché Sizzla, da anni, è chiamato a collaborare con tantissimi artisti del mondo hip hop americano. Le sue appassionate canzoni rendono pubblica sia la sua fede, sia l’ostinato rifiuto della deriva culturale del mondo occidentale ma soprattutto cercano di ispirare e guidare la vita delle masse di diseredati che affollano i ghetti di tutto il mondo: insomma un fervido credente rivoluzionario!
Una voce che sa essere ora stentorea e autoritaria ora morbida e pacata su temi melodici che si rifanno tanto ai modelli roots quanto ai canoni più ruvidi del r’n’b. Il suo live è impressionante grazie anche all’energia sprigionata dalla sua band.

Tutto questo e anche molto altro è Sizzla, uno che nel 2004 è stato respinto dall’Inghilterra perché molti dei suoi testi sono “omofobi”, una storia che si è ripetuta anche lo scorso aprile in Canada, con una serie di show in programma, poi cancellati. Lui dichiara da qualche tempo che non scriverà nè proporrà più canzoni omofobe…staremo a vedere.

Ovviamente Sizzla è un personaggio controverso non solo per le parole e la sua musica ma anche per la sua vita nella Judgement Yard: due anni fa è stato addirittura arrestato in seguito a un’ operazione congiunta di Polizia Jamaicana con Scotland Yard che mirava ad arginare le violenze (all’ordine del giorno) nelle comunità di Kingston. Sizzla è però tornato libero dopo poco.

Negli ultimi anni, le attenzioni delle gang e della polizia su di lui sono altissime: lo scorso maggio, un incendio di chiara matrice dolosa ha bruciato una sua casa; è insomma – da questo punto di vista – uno degli artisti più controversi della Jamaica. Ma quando si parla di musica, Sizzla è comunemente, anche dai suoi detrattori, considerato colui che ha cambiato il corso del reggae degli ultimi 15 anni, attraverso la grande carica emotiva di cui è dotato e che riesce a trasmettere in maniera immediata e grazie alle sue liriche e all’ sua innata capacità di cantare su ritmi roots dance hall senza alcuna difficoltà. Il suo show è uno spettacolo comunque  imperdibile.
Apre il concerto Teflon from Jamaica
Cosa si nasconde infatti dietro la sigla Teflon? Prima di tutto una volontà di comunicare solidità e potenza, al
la quale si affianca uno slogan che renda pienamente chiaro il tipo di musica e messaggio che si vuole proporre. "Teach E Forever Love All Over the Nation". E' questo in breve il biglietto da visita di Shaniel Watson, che a differenza di altri artisti, si è avvicinato alla musica perché irresistibilmente attratto dal suono mistico delle percussioni, così tanto da spingerlo a voler imparare come suonare quell'oggetto di espressione e libertà. Ed è proprio il battito ancestrale del tamburo ad aprirgli le porte del mondo della roots music, quella della "foundation", la musica di Marley, Tosh e Burnng Spear. E' un incontro folgorante per Teflon, denso di emozioni e sensazioni, capace di influenzare il cammino e il destino del ragazzo di St. Mary, lo stesso parish dove è nato Capleton, che insieme a Sizzla, costituisce un altro punto di riferimento importanti per Teflon.

Open h 22 | Start h 23 | € 20, solo se acquisti on line sul portale www.liveclub.it il costo dell'ingresso è ridotto a € 18 – Servizio di biglietteria on line www.mailticket.biz

Vinci l'ingresso al concerto rispondendo a questa domanda: con quale celebre artista rap americano ha collaborato Sizzla per il suo album The Overstanding?

inviate la vostra risposta a [email protected]

i fortunati verranno estratti giovedì 12 e pubblicati sul sito

buona fortuna!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI