Competition Soul Books #2: vinci una copia di “Al Green – Io sono un cantante”!

by • 12/07/2016 • Articoli, CopertinaCommenti disabilitati su Competition Soul Books #2: vinci una copia di “Al Green – Io sono un cantante”!319

13220976_230589760647008_5097070020013496118_n

Come promesso, continuano le carrellate di regali estivi su Hotmc. Anche questa settimana ci concentriamo su uno dei più graditi: le copie di Soul Books, collana di libri dedicata ai grandi della musica black dalla golden age ad oggi. La seconda uscita è a firma di Lucia Settequattrini ed è dedicata a un vero monumento nel suo genere, che per nostra sfortuna attualmente ha deciso di ritirarsi a vita spirituale e fa il reverendo nel Tennessee: Al Green. O meglio, Al Greene, a dar retta all’anagrafe (curiosamente il collega Marvin Gay aggiunse una E al suo cognome, lui invece la tolse: strano il destino, alle volte).

Al nacque nel 1946 in una famiglia umile dell’Arkansas: sesto di 10 fratelli, aveva un precoce talento per la musica – in casa si cantava spesso – ma ovviamente essendo figlio di due di contadini pressoché in miseria, le priorità erano ben altre. A un certo punto, però,  la famiglia si trasferisce in Michigan, dove è un po’ più facile entrare in contatto con l’R&B e il soul, nonostante la contrarietà del padre che naturalmente, come spesso capitava all’epoca, la considerava la musica del diavolo. Il suo primo gruppo vocale è con i fratelli, ma ne seguiranno diversi altri prima di arrivare al successo da solista con album leggendari come Green & Blue o Let’s stay together. Come da copione, però, quello verso la vetta fu un percorso molto travagliato per Al, sopratutto a causa del suo senso di colpa per aver abbandonato il gospel a favore delle classifiche. Nel 1974 un episodio cambiò radicalmente la sua vita: la sua amante Mary Woodson White, pazza di gelosia perché non voleva lasciare la moglie per sposarla, lo ustionò di proposito rovesciandogli addosso una scodella di crema di granturco bollente, dopodiché afferrò la sua pistola e si uccise. Come reazione allo shock, decise di accantonare la carriera artistica a tempo pieno e di cominciare anche a predicare come reverendo; qualche anno dopo, interpretò una brutta caduta dal palco come un segno di Dio e decise di smettere (quasi) del tutto di esibirsi.

Anche in questo caso, se avete la curiosità di sapere come va a finire questa storia non vi resta che recuperare una copia di Al Green – Io sono un cantante! Anche questa settimana ne regaliamo ben quattro e vincerne una è molto semplice: asta diventare/essere follower di almeno uno dei nostri social network (FacebookTwitter o Google +) e commentare il post relativo a questo articolo (se partecipate tramite FB o Google +) o retwittarlo (se partecipate tramite Twitter). Tra tutti coloro che lo faranno entro e non oltre martedì 19 luglio a mezzogiorno, estrarremo a sorte un quattro fortunati che riceveranno a casa il libro!

Al Green – Io sono un cantante
di Lucia Settequattrini (prefazione di Massimo Oldani, curiosità di Graziano Uliani)
Volo Libero Edizioni
Euro 12,00

Media partner: Radio Capital, Porretta Soul Festival, Hotmc.com

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI