Comic Strips Never Die #OFF: il cinema e le animazioni che piacciono a Flying Lotus

by • 01/02/2018 • Comic Strips Never Die, Copertina, RubricheCommenti disabilitati su Comic Strips Never Die #OFF: il cinema e le animazioni che piacciono a Flying Lotus92

Poliedrico, visionario, amante del cinema e dell’animazione, pioniere della scena hip hop underground di Los Angeles. Ha collaborato con Kendrick Lamar, Radiohead, Erykah Badu, MF DOOM e tanti altri. Stiamo parlando del compositore e produttore Flying Lotus, conosciuto anche come Steven Ellison, ora anche regista e produttore del suo primo lungometraggio.

Prima di parlare di Kuso, il suo film, dobbiamo ricordare che Steven è stato anche rapper oltre che noto produttore musicale. Captain Murphy, il suo alter ego (perché di questo si è trattato), ha avuto una storia affascinante e segreta, che per circa un anno ha mantenuto l’attenzione dei fan puntata sul personaggio. Un rapper misterioso alla MF DOOM che nessuno sapeva identificare, un personaggio animato con una storia analoga a quella dei Gorillaz, ma più hardcore anche nello stile grafico, che a differenza di quest’ultimi però, non seppe mantenere segreta la sua vera identità e mandando in fumo un’operazione commerciale che fino a quel momento aveva assolto il proprio compito alla perfezione. La vera identità, come tutti sanno, si rivelò soltanto dopo la pubblicazione del suo mixtape Duality. Tra i tanti video in animazione – imperdibili – creati con la collaborazione del grafico e animatore Adam Fuchs dello studio Lilfuchs non possiamo che segnalarvi la visione di The Birth of Captain Murphy per Adult Swim.

Venendo a Kuso, un film con una visione a dir poco post-apocalittica, Ellison immagina la sua Los Angeles colpita da un enorme terremoto, la popolazione afflitta da virus e fenomeni biologici ancora più bizzarri e imbarazzanti. Anche in questo caso tanto spazio all’animazione usata per arricchire la visione di un mondo a cavallo tra finzione e realtà nel quale chi ricopre il ruolo di medico specializzato nel trattamento di fobie sessuali è in realtà il grande George Clinton.

Il film, in streaming sul sito Shudder, purtroppo bloccato in Italia, ha vinto la menzione speciale come “film più grottesco di sempre” meritando di diritto la sua presenza nel calendario del Sundance Film Festival dei giorni scorsi. Per Ellison, però, il film è una riflessione sul mondo che lo circonda.
Certo è che Los Angeles è il Luogo ideale per farsi ispirare da nuove idee, effetti speciali e cose grottesche. Sembra che di forte ispirazione, quasi una tendenza del momento, siano le D-list celebrity, persone famose grazie ai social network e ossessionate dalla celebrità, soprattutto quelle che vivono e lavorano in Studio City, un quartiere della San Fernando Valley. (continua dopo la foto)

“Vedo molti attori che hanno fatto operazioni di chirurgia plastica assurde, – dice Ellison in un’intervista rilasciata alla NBC NEWS- queste persone sembrano veri mostri, e penso che sia questa la mia prima ispirazione.” Anche Sam Zimmerman, CEO di Shudder, apprezza la visione di Ellison e soprattutto gli inserti in animazione: “Una visione assurda della nostra cultura – così ricca di animazione”.
Ellison, che ha studiato cinematografia, ha origini ben radicate nel mondo dell’arte. Sua zia, Alice Coltrane, era compositrice e moglie del leggendario John Coltrane, ed è assurdo come riesca ad incastrare tutte le sue passioni in un vortice creativo che sembra non avere limiti. Non ci sono molti artisti che osano così tanto. Quanto a coloro che associano Flying Lotus alle qualità della sua musica, non dovrebbero rimanere sorpresi quando vedranno il film di Mr. Steven Ellison. Non vi resta che scavare nei meandri del web per vedere Kuso e tutte le animazioni colorate e psicotrope di Captain Murphy!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI