Come diventare Pharrell Williams: lo showcase segreto dei N.E.R.D. a Milano (+ foto)

by • 07/07/2010 • ArticoliComments (0)681

Da vicino nessuno è normale, diceva Franco Basaglia, il padre della moderna legge sugli ospedali psichiatrici. Senz'altro i N.E.R.D. visti da vicino, da molto vicino, sono tutto fuorché banali. Dopo la loro performance di lunedì all'Heineken Jammin Festival, ieri gli inventori della contaminazione tra hip hop e resto del mondo si sono spostati a Milano, per uno showcase a porte chiuse molto particolare. Per riuscire a vedere davvero lo show bisognava essere ufficialmente invitati, parecchio motivati e dotati di una resistenza fisica fuori dal comune: il mini-live, infatti, si svolgeva nello scantinato del Nike Stadium di Foro Bonaparte, adatto ad accogliere solo una cinquantina di persone. Naturalmente alla fine il numero di spettatori era più che doppio, ma la gran parte dei presenti ha dovuto assistere al concerto da un megaschermo situato al piano superiore. E chi è riuscito a intrufolarsi in cantina ha dovuto fare a botte per conservare il proprio posto.

Tra questi ultimi volenterosi c'eravamo anche noi, i vostri imbucati speciali. E ci sentiamo di trasformare quest'articolo in una sorta di pamphlet per giovani rapper dalle velleità urban, intitolato “Come si diventa Pharrell Williams”. Se nominiamo solo Pharrell Williams, non è a caso: a quanto pare, almeno nella dimensione live, gli altri due membri dei N.E.R.D. servono a ben poco. Shay Haley ha latitato durante tutto lo showcase, rimanendo nelle retrovie assieme alla band che li accompagnava, praticamente muto (è riuscito a battere il famoso record di Pras durante il concerto italiano dei Fugees del 2006, per intenderci). Chad Hugo, invece, è rimasto proprio a casa, ufficialmente per “problemi di passaporto”.

In ogni caso, anche volendo, sarebbe stato impossibile rubare la scena a Pharrell, forse uno dei performer più talentuosi di sempre. Animali da palcoscenico si nasce o si diventa? Nel suo caso probabilmente si nasce, ma per mantenersi tale lo sforzo c'è e si vede. Regola numero uno: scaldarsi la voce prima del concerto. Mezz'ora prima dell'inizio, dopo un'abbondante dose di pizza, Pharrell si è ritirato in un angolo del backstage e si è dedicato a una complicata serie di esercizi e vocalizzi, roba che a volte neanche i cantanti, figuriamoci gli mc. Regola numero due: dare il meglio di sé anche in contesti ristretti e poco prestigiosi, anche quando si è stanchi morti. Nelle ventiquattr'ore precedenti i N.E.R.D. si erano esibiti davanti a 100.000 persone, avevano percorso altri 500 km e avevano affrontato una lunga giornata promozionale; nonostante tutto, e nonostante stessero suonando per quattro gatti, Pharrell sembrava letteralmente entusiasta di essere lì e ha regalato al pubblico un'ora di show da manuale. Regola numero tre: non avere mai paura del pubblico. Flirtate con le ragazze della prima fila, invitate gli uomini sul palco a pogare con voi, non arrendetevi se nessuno sembra capire la vostra lingua. A questo proposito, un consiglio anche ai fan: se volete avere la chance di fotografarlo bene o vederlo da vicino, piazzatevi di fianco alle ragazze più carine in sala. Aiuta, come testimoniano le immagini qua sotto.

I N.E.R.D. hanno abbandonato il palco dopo sessanta minuti d'orologio e una carrellata di banger estratti da tutti i loro lavori. Il nuovo album, Nothing, sarà fuori a ottobre, ma possiamo già apprezzare Hot & Fun, il primo singolo, incoronato all'unanimità uno dei brani più potenti dell'estate. Se avete l'occasione di andare a vederli live, accorrete. Vi garantiamo che ne vale la pena. Nel frattempo, lo show di Milano sarà presto in onda su Deejay Tv.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI