Cognition Episodio 1

by • 19/12/2012 • Rubriche, The Game VaultComments (0)492

Cognition: An Erica Reed Thriller è un ottimo esempio di come anche uno studio indipendente possa produrre un prodotto di ottima qualità, un’avventura che vi ricorderete per molto tempo.

Una storia dalle tinte parecchio oscura ma con una trama sempre molto serrata e senza alcuna sbavatura.

La storia vede come protagonista Erica Reed, la celebre agente dell’ufficio FBI di Boston. Il gioco inizia con una catena di crimini efferati che coinvolge l’agente alla ricerca serrata dei responsabili.

Il gioco è quindi consigliato soprattutto a un pubblico adulto per via di queste atmosfere molto gore e di thrilling mozzafiato.

Anche la bella colonna sonora contribuisce a tutto questo.

Erica in questa ricerca si ritroverà anche a padroneggiare i suoi super-sensi che in più di un’occasione le daranno alcuni problemi, nonché i rimorsi per la morte sanguinosa del povero fratello.

Erica infatti, grazie all’aiuto dell’antiquaria Rose,  riesce a padroneggiare al meglio le proprie abilità psichiche proprio per ricordare al meglio i delitti passati e ricordarsi dettagli importanti o indizi fondamentali.

Questo primo episodio fa mostra largamente dell’uso di questo potere con cui l’agente riesce a rievocare il passato tramite un solo oggetto. Erica ha anche altri poteri che verranno poi mostrati più avanti.

Nelle circa 6 ore di gameplay di questo titolo potremo fare anche la conoscenza di vari personaggi che potremo approfondire poi in seguito.

Il gameplay è basato su una struttura standard a pop up con una base di punta e clicca classica parecchio marcata.

Potremo anche utilizzare il potere di proiezione per analizzare delle scene del crimine mentre il potere di regressione serve per aiutare i testimoni per ricordare al meglio.

Tutti questi poteri naturalmente verranno utilizzati per risolvere i puzzle, tutti molto intelligenti.

Il comparto grafico è impressionante, con un sapiente uso del cell shading. Anche gli sfondi in due dimensioni sono realizzati in maniera molto convincente artisticamente parlando. L’uso delle luci, soprattutto nelle location più oscure, è letteralmente brillante.

Il comparto sonoro è affidato ad Austin Haynes. Anche il doppiaggio è di ottimo livello.

I puzzle sono tutti ben congegnati e mai frustranti e mai in nessun caso vi bloccheranno per via del sistema di indizi.

Un buon primo episodio di un titolo che certamente migliorerà nei prossimi episodi.

 

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI