Close Combat: The Bloody First

by • 17/10/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Close Combat: The Bloody First134

Close Combat è uno dei migliori strategici tattici in tempo reale in circolazione. Il titolo è caratterizzato dai combattimenti in due dimensioni e da tantissimi scenari in cui sbizzarrirsi.
Il gioco in questione è l’ultimo capitolo della serie dopo cinque anni dal penultimo capitolo.

La grande svolta di questo capitolo sviluppato internamente da Slitherine è il passaggio alle tre dimensioni che garantisce un aspetto incredibile e nuovo di zecca.

Il gioco come sempre si basa su battaglie realmente accadute e in questo caso si sposteremo dalla Sicilia, alla Normandia passando al Nord Africa. Verranno forse introdotti anche altri scenari in un prossimo futuro ma in ogni caso già la carne al fuoco è veramente tanta. Anche la varietà di gameplay è già largamente garantita dato che gli scenari offriranno approcci di battaglia molto diversi tra loro.

Il tridimensionale regala un gusto tutto nuovo al gameplay e rende tutto ancora più reale se possibile. Le unità sono realizzate con il massimo dettaglio così come i vari campi di battaglia su cui ci ritroveremo.
Il gioco è adattissimo anche a chi non è un vero e proprio amante del genere dato che è tutto abbastanza facile e basilare da comprendere.

Avremo indicatori in alto per indicare le nostre forze e quelle nemiche così come il tempo per le azioni dello scenario su cui ci stiamo trovando.
Sulla sinistra abbiamo le unità che potremo utilizzare e ciò che saranno impegnate a fare in quel momento. A destra invece troviamo una mappa in due dimensioni che ci può garantire una vista d’insieme della disposizione della battaglia. Sul fondo ci sono le unità che abbiamo attualmente in controllo da gestire.

Il dettaglio è massimo includendo persino il nome dei soldati che si ritrovano al momento sul campo di battaglia.
Introdotto sempre per una maggiore personalizzazione delle forze sul campo il sistema di morale. Ogni unità avrà a disposizione varie azioni in un menù e ogni azione influenzerà appunto il morale.

Potremo anche velocizzare la marcia o in alcuni casi tendere delle imboscate ai nemici. Dovremo quindi preventivamente studiare bene la mappa e quindi scegliere le azioni più adatte al contesto, come ad esempio appostarsi o creare dei checkpoint di sbarramento delle forze nemiche.

Nei momenti di massimo pericolo e se non ci organizzeremo al meglio il morale calerà a picco e quindi i nostri soldati inizieranno a scappare. Per evitare questo dovremo fare anche frequenti soste nel quartier generale.

Ottimo il comparto tecnico con questo passaggio in tre dimensioni. Buone anche le animazioni e i vari effetti sul campo. Le patch che verranno rilasciate poi andranno a incrementare ulteriormente la bontà del risultato finale.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI