Cattivo gusto: l’ologramma di Tupac va in tour (e per Suge Knight è ancora vivo)

by • 21/04/2012 • NewsComments (1)3401

Continua l’infinita vicenda dell’ologramma di Tupac, che ha debuttato al Coachella qualche giorno fa e che ha fatto talmente parlare di sé che qualcuno gli ha perfino aperto un buffissimo e surreale account Twitter. Un progetto segretissimo portato avanti per mesi, e anche parecchio costoso. Oltre ai 400.000 dollari investiti per i tre minuti di animazione dello show, infatti, Afeni Shakur avrebbe chiesto a Dre e Snoop di devolvere svariati milioni di dollari all’associazione benefica che porta il nome di Tupac, in cambio del permesso di utilizzare l’immagine del figlio. Come molti avevano immaginato, difficilmente Dre e Snoop Dogg avrebbero investito così tanto nello sviluppo dell’ologramma solo per fargli fare una rapida comparsata a un festival musicale: e infatti, a quanto pare il Coachella non sarà l’unico palco che calcherà.

Il Wall Street Journal, infatti, ha rivelato una serie di retroscena sulla vicenda. Tra cui il fatto che Snoop e Dre sarebbero pronti a portarsi l’ologramma in tour: proprio in questi giorni sono allo studio gli accorgimenti tecnici che permetteranno di “ospitare” Pac in ogni location possibile, dal piccolo club per pochi intimi al vero e proprio stadio (è già in previsione una mega-data con ospiti anche 50 Cent ed Eminem). Dopodiché, se l’operazione andrà in porto come previsto, si vocifera di un vero e proprio tour solista per Hologram 2Pac. L’ingegnere che ha creato l’immagine, inoltre, ha raccontato al quotidiano come l’ha costruita. A quanto pare non è una ricostruzione bastata su vecchi filmati, ma è stata proprio reinventata da zero tramite sofisticatissime tecnologie. Ha poi specificato che non si tratta di un vero e proprio ologramma (ovvero di un’immagine in 3D), ma di un 2D con una prospettiva di profondità.

Nel frattempo, Suge Knight ha colto la palla al balzo e ha rilasciato un’intervista a una radio di Los Angeles spiegando la sua ultima teoria sulla presunta esistenza in vita di Tupac. Ha infatti spiegato che secondo lui il suo ex protetto potrebbe effettivamente avere finto la sua morte ed essere ancora in circolazione da qualche parte. “Quella notte mi sono preso i frammenti di un proiettile in testa per proteggere Tupac e fargli da scudo, dopodiché non ricordo molto” ha spiegato. “Potrebbe essere ancora vivo? Sì: la verità secondo me è davvero questa, e se ci pensate ve ne convincerete anche voi. Il fatto è che nessuno ha mai visto Pac morto. Sua madre ha voluto cremarlo in fretta e furia, senza autopsia; io stesso, per accelerare le procedure, ho girato tre milioni di dollari in contanti all’impresario delle pompe funebri che doveva occuparsene. Dopodiché il tizio è scomparso dalla faccia della terra, irrintracciabile, e adesso mi dicono che è morto da anni, quindi non può più raccontarci com’è andata”.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI