Castlevania Lords of Shadow 2

by • 08/03/2014 • Rubriche, The Game VaultComments (0)740

Gabriel Belmont è stato battuto, il suo cuore ricolmo di odio e la sete di vendetta lo hanno trasformato definitivamente in quello che tutti noi conosciamo come Dracula. Nel suo castello il signore dei vampiri attende silenzioso che il suo più acerrimo nemico bussi nuovamente alla porta e uno scontro gigantesco contro le sue armate getta il giocatore subito nel cuore dell’azione. Quello che ci troviamo per le mani nei primi minuti di gioco è un signore oscuro, carico di tutti i poteri acquisiti in passato e incredibilmente pericoloso. I primi combattimenti scorrono via velocemente mentre si prende la mano con i controlli, praticamente immutati dal predecessore. La frusta la fa ancora da padrone, affiancata dagli Artigli del Caos e dalla spada del vuoto, i primi capaci di sfondare le difese dei nemici corazzati mentre la seconda utile per recuperare preziosa linfa vitale durante gli scontri. Mentre respingiamo l’orda di cavalieri che si abbatte a ondate contro le mura del nostro castello un enorme gigante meccanico ci si para dinnanzi, guidato da un celestiale cavaliere in armatura scintillante. È così dunque che, esattamente come nel primo capitolo, Dracula si trova coinvolto in una boss fight impegnativa, nella quale ci viene richiesto di evitare le frecce incantate scagliate dall’arco del serafino e al contempo distruggere il demone furioso composto da legno e acciaio. Il combattimento culmina tuttavia con la nostra sconfitta e la storia scorre velocemente in avanti di diversi secoli, quando Dracula, risvegliato dal suo sonno centenario, si troverà in una città moderna, abbagliato dalle luci al neon e privato completamente dei propri poteri. Ma cosa si cela dietro al nostro brusco risveglio? È proprio Zobek a rivelarcelo, costringendoci ad allearci con lui per evitare che Satana torni sulla terra e stermini l’umanità. In cambio del nostro aiuto, la sua promessa è quella di porre fine in maniera definitiva alla nostra immortalità e toglierci il grave fardello che pesa sul nostro cuore. Motivati da questa folle idea ci spingeremo nelle trame di Satana, scoprendone i piani, tentando di ostacolarli in tutti i modi e di sterminare tutti i suoi più fedeli discepoli. Il tutto per una durata complessiva di circa 10/12 ore. Il cammino di Dracula sarà ovviamente costellato di nemici, e il combat system classico della serie torna in maniera praticamente identica rispetto a quanto visto nel primo episodio, con qualche piccola aggiunta. La nostra frusta sarà capace di sferzate dall’ampio raggio che permetteranno di colpire più nemici in una volta sola o di eseguire allunghi in linea retta per raggiungere i demoni più lontani. Utilizzando il salto in combinazione con gli attacchi base sarà possibile effettuare launcher, juggle e combo aeree che terranno i nemici sospesi abbastanza a lungo da finirli prima che riescano nuovamente a toccare terra. Questo è possibile grazie all’abbassamento repentino della curva di difficoltà rispetto al primo capitolo, ora decisamente meno ripida e più permissiva. Delle quattro difficoltà presenti solo l’ultima infatti rappresenta una sfida degna di questo nome, in alternativa ci troveremo ad asfaltare praticamene qualsiasi cosa si metta sulla nostra strada senza problemi. Nelle prime ore di gioco ritorneremo anche in possesso sia della spada del vuoto che degli artigli del caos ed entrambi gli strumenti di morte avranno mosse e capacità uniche capaci di dar maggior profondità al combat system. Le meccaniche quindi non deludono, e se non fosse per l’incapacità dei nemici di rappresentare un vero pericolo non potremmo davvero lamentarci del combat system, magari meno tecnico rispetto a quello visto in altri esponenti del genere ma ugualmente divertente. Combattendo e falciando le orde demoniache acquisiremo preziosi teschi dorati utili per comprare nuove mosse e abilità. Una volta acquisite sarà altresì possibile aumentarne il livello semplicemente continuando ad utilizzarle come in un sandbox qualsiasi e una volta potenziate al massimo trasferire i loro bonus all’arma correlata. In questo modo il giocatore sarà costretto a cambiare mosse di continuo per avere uno spettro più ampio di attacchi e poter velocizzare il processo di miglioramento di frusta, spada e artigli. Quegli stessi teschi saranno poi utilizzabili dal Chupacabra, un nanetto odioso che sbloccheremo nel corso dell’avventura, e che ci permetterà di acquistare al suo negozio tutta una serie di oggetti incantati a consumo come pozioni per la vita, potenziamenti magici temporanei e un medaglione che risveglierà la vera forma di Dracula, mutandolo in un dragone oscuro e distruggendo qualsiasi cosa si trovi sul suo cammino. Non mancano inoltre i collezionabili, sparsi per tutti i livelli, tra i quali non possiamo non citare gemme per la vita, in grado di accrescere la nostra barra di energia, immagini, bozzetti, le sfide segrete di Kaleidos dove dare sfoggio di tutta la nostra abilità guerresca, e anche diversi rotoli con approfondimenti sulla trama. Per recuperare questi oggetti Dracula dovrà ricorrere a tutti i poteri a lui disponibili, siano essi semplici salti doppi, grazie alle ali demoniache, o la possibilità di trasformarsi in nebbia, che gli permetterà di passare attraverso i cancelli o fluttuare per le condutture. È una meccanica ormai rodata e che ha permesso a Mercury Steam di sfruttare grosse quantità di backtracking, utili a dare maggior durata al titolo. Le ambientazioni di Castlevania Lords of Shadow 2 hanno alti e bassi, si va da picchi di ottima qualità quando il nostro Gabriel verrà ancompagnato dal ricordo di Trevor nel passato, camminando per il suo lugubre castello, fino a toccare punti bassissimi nella città in stile moderno, una vera rarità tra le altre cose in Castlevania. Il continuo salto temporale nei ricordi del nostro lord vampiro non funziona particolarmente bene e visto il distacco qualitativo delle due ambientazioni, quando il giocatore si troverà a camminare nuovamente nel futuro, la voglia di ritornare tra mura di pietra e candelabri sarà veramente fortissima.

Voto: 7.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI