Carta Bianca

by • 28/06/2006 • RecensioniComments (0)996

"Carta Bianca" è il primo demo di Madj aka Dj Zanzu, diciannovenne dj e produttore bolognese che da qualche tempo si sta facendo conoscere nella sua zona. Un lavoro che segue la scia delle varie produzioni in cui il beatmaker di turno offre i propri beats a svariati mc's, con tutti i pregi e i difetti che ne conseguono.

Sin dalle prime battute Zanzu dimostra di avere l'attitudine, deve ancora riuscire a trovare il proprio suono ma in almeno un paio di occasioni traspare estro e talento cristallino (sentire il rullante 80's che sventra il samples di Sly Stone nell'iniziale "A Noi Piace"). Ispirato dai pionieri della vecchia scuola bolognese Madj crea dei beats classici, gioca con il funk ed è attento anche alla cura dei dettagli, la qualità del suono risente indubbiamente della strumentazione non proprio professionale ma è tutt'altro che insufficiente.

14 tracce (più strumentali) per una quindicina di rappers emergenti, i più "famosi" sono Mastino, Puni e Moder del Lato Oscuro Della Costa, proprio l' "Onda D'Urto" di quest'ultimo è il pezzo migliore del cd: Madj tratteggia un beats delicatamente soul su cui il ravennate scorre con un gran flow e un testo davvero ispirato. Bravi anche i padovani Odio Tribale, divertente il ritornello di "Tutto Intorno A Me" di Spliff & Blunt e piacevole anche il già citato pezzo di Nosta. Da rivedere invece Dazzle e Pe3.

Un demo discreto, non primo di imperfezioni che comunque fa ben sperare per il futuro.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI