Block Massacre

by • 15/07/2008 • RecensioniComments (1)536

Arrotolate le cartine geografiche degli Stati Uniti e rispolverate quelle europee: stavolta il buon vecchio rap impegnato lo andiamo a cercare niente di meno che in Andalusia, Siviglia precisamente. Quando si parla di Europa nel circuito mondiale hip hop, questo nome è accostato inevitabilmente ai nomi di produttori come Snowgoons, Germz, Cilvaringz, Herbaliser o al massimo qualche mc francese ma niente di più e ciò è male. Ma molto male.

Molto male perchè visto e considerato che negli USA il rap underground si sta lentamente conformando e il mercato che conta è sempre più succube di quel filone di minchiate conosciuto come "dirty south", io penso che sia arrivato il momento di dare un pò di spazio anche a coloro ai quali lo spazio, chissà poi per quale motivo, è sempre stato negato. E non venite a dirmi che è a causa della lingua.

Oggi parliamo così dei Dogma Crew, gruppo sivigliano composto dagli Mc Legendario, Puto Largo, Demonio, Hijo Prodigo, da DJ Lazer e dal produttore Zonah, e del loro primo LP uscito nel 2003 per la Avoid Records. "Block Massacre" è un album dai suoni sporchi e grezzi, praticamente un inno all'hardcore degli anni '90 con delle chicche e delle citazioni da
non perdere, ma soprattutto è un album dalle tematiche forti, come non se ne sentivano da troppo tempo, che riflettono violentemente le debolezze morali e psicologiche della nostra società. E' quindi un disco duro nella musica e ancor di più nei suoi testi che, nonostante la loro impostazione volta a suscitare scandalo, invitano l'ascoltatore a riflettere trasportandolo nei meandri dei problemi esistenziali umani. Giusto per fare qualche esempio citiamo le bellissime "Hijos Del Odio" che tratta, attraverso i diversi punti di vista degli MC, l'abuso sui minori molte volte ad opera degli stessi genitori, oppure "Pieza Forzada", un agghiacciante viaggio nei pensieri di alcuni individui asociali. Ci sono anche delle tracce dedicate al cazzeggio come "Chúpala", o altre alle punchline come "Homicidio Métrico", ma l'importanza di questo lavoro risiede sempre e comunque nella capacità degli MC di affondare il microfono nelle ferite della società per estrarne i contenuti più spinosi.

Senza ombra di dubbio uno dei migliori lavori di sempre nel panorama europeo, vi consiglio vivamente questo "Block Massacre" anche perchè da solo è più hip hop del 90% dei dischi che escono oggi negli States. Ah ma questo è solo un consiglio sia chiaro, se poi volete continuare a sentire storie finte di soldi, belle macchine, fighe e blig bling fate pure: in effetti non è facile per tutti guardare in faccia la cruda realtà.

Tracklist:

 1. Intro (Block Massacre)
 2. En La Línea De Fuego
 3. Castillos De Arena
 4. Hijos Del Odio
 5. Los Paisajes Cambian
 6. La Tormenta (Interludio Shaman)
 7. Chúpala (Feat. Kase-O)
 8. Un Detalle Por Mi Parte (Feat. Juaninacka)
 9. Pieza Forzada
10. Interludio DJ Lazer (A Lo Chuck Norris)
11. Doble Vida
12. Aprieto Los Dientes
13. Homicidio Métrico
14. Terapia Extrema (Feat. SFDK)
15. Outro

Produzioni:

Zonah: 1, 2, 3, 6, 8, 10, 11, 12, 14
Big Hozone: 4
El Cerebro: 5
Acción Sanchez: 7, 9, 13

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI