Bizzy Classico è tornato con F2, il seguito di Fresco

by • 23/10/2020 • Copertina, RecensioniCommenti disabilitati su Bizzy Classico è tornato con F2, il seguito di Fresco249

F2 è il titolo dell’ultimo disco di Bizzy Classico, il seguito di Fresco pubblicato lo scorso anno. Lo stile che ritroviamo qui è accomunabile per molti versi a quello del lavoro precedente: alla base di tutto rimangono flow lenti che si amalgamano alla perfezione con le produzioni proposte da Neazy Nez, in una rinnovata intesa con il produttore. Non è un caso che il rapper milanese abbia un’attitudine particolare che, senza scadere in orpelli tecnici, riesce a colpire nei punti giusti e a far arrivare a chi lo ascolta le vicende di tutti i giorni, sia quando le esalta, in Tutto Bene, sia quando le attacca, per esempio in Ansia-Depre.

Si mostrano quindi punti deboli compensati da punti di forza, il tutto con la padronanza del suo linguaggio molto diretto sia nelle questioni personali che nelle semplici rime a effetto. Sono entrambi aspetti che formano due facce della stessa medaglia che si completano e spesso si uniscono. Gli ambienti e le persone che lo circondano sono filtrate dalla sua ottica spesso provocatoria di cui si tinge la stessa Milano, con i suoi luoghi e i suoi personaggi, che fanno da sfondo sempre alle sue vicende.

La voce rauca e profonda ha la verve giusta per dare peso e credibilità alle parole, dalle più ironiche fino ai momenti di serietà: il disco sotto questo punto di vista probabilmente potrebbe definire lo stesso carattere del rapper. Ascoltarlo, vista anche il tempo spesso dilatato dei versi e del suono in generale, è come sentirlo parlare delle proprie questioni. Ciò non significa che la tecnica sia messa da parte dato che il veicolo rap viene oltre che rispettato quasi omaggiato: viene semplicemente gestita con il suo stile, con un timbro che, unito ad un immaginario dipinto a dovere, finisce per essere il punto caratterizzante del lavoro e del suo approccio in generale. Neazy Nez dietro le macchine, invece, riesce ad unire due punti di vista differenti, uno di matrice più classica, con appunto un tempo quasi sempre contenuto oltre che sample sparsi nel corso del disco, ed una più moderna.

Essendo il secondo capitolo della saga dal buon Bizzy ci dovremmo aspettare anche altri episodi, come anticipa già in alcune barre. Di questo disco nel frattempo ci resta un suono particolare capace di dare una piccola alternativa. Con le sonorità più diffuse sicuramente condivide comunque alcuni elementi ma una cosa è certa: F2 rappresenta il mondo di chi lo ha scritto che non deve e non vuole rincorrere obbligatoriamente l’ultima tendenza.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI