Awesome… I Shot That!

by • 02/11/2006 • RecensioniComments (0)408

Rivoluzionari dell'hip hop in chiave sia etica che estetica, i Beastie Boys sono il gruppo più figo del pianeta.

Si potrebbe parlare per ore dei loro dischi, del loro stile, dei tantissimi musicisti che hanno subito e continuano a subire la loro influenza. Mi pare superfluo tracciare un profilo biografico e quindi vado subito al sodo, esistono due tipi di DVD musicali, quelli inutili e quelli indispensabili: "Awesome… I Shot That!" rientra senza la minima ombra di dubbio nella seconda categoria.

New York City, 9 ottobre 2004, immaginate il Madison Square Garden gremito di gente, Mix Master Mike ai piatti, Adrock, Mike D ed MCA al microfono per un live set da far accaponare la pelle. Basterebbe già questo, ma i Beasties non sono un gruppo qualunque… Come ricreare allora l'atmosfera dello show su un asettico supporto digitale!?

50 telecamere digitali date in mano a 50 diversi spettatori, 50 diverse visuali, più di 5000 minuti di girato che il grande Nathanial Hörnblowér (Adam Youch a.k.a. MCA sotto pseudonimo) ha ri-assemblato ed editato in pieno stile Beastie Boys. Il risultato è il racconto fuori dall'ordinario di un concerto straordinario, 90 minuti che ti trascinano in un limbo tra il televisore e la realtà, complice il montaggio frenetico, l'audio eccellente e l'atmosfera vagamente psichedelica che avvolge il documento finale. Da "Sure Shot" ad "Intergalactic" passando per "Shake Your Rump" e "Brass Monkey" i tre (o dovrei dire quattro, dato che Mix Master Mike è più di un semplice dj) non si risparmiano e ripercorrono tutta la loro carriera in un live di puro hip hop che tutti i rappers dovrebbero guardare con nelle mani il quaderno degli appunti. Non saranno più dei ragazzini ma a vederli rappare sembra di stare alla fine degli 80s, un po' perchè i loro sdoppi e le loro metriche sono orgogliosamente old school e un po' perchè l'energia di questi tre quarantenni è davvero contagiosa. L'apice è raggiunto da "Three Mc's & One Dj" e dalla grandiosa "Sabotage", ormai diventata leggenda grazie anche al videoclip di Spike Jonze.

Non mancano nemmeno gli extra (più di 2 ore in mezza in totale) e le goliardate a cui i Beasties ci avevano abituato: ci può capitare di veder Ben Stiller tra la folla che reppa "Root Down", di fare un giretto al bagno con uno dei videoreporter e di vedere come passa le sue giornate Nathanial Hörnblowér.

Un DVD da avere, senza sè e senza ma.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI