Alan Wake

by • 15/05/2010 • ArticoliComments (0)459

Alan Wake è un action-adventure, dalle ambientazioni horror dove tutto ricorda il maestro del genere Stephen King. Il titolo infatti è ricco di richiami alle opere dello scrittore americano. Il gioco fa della narrazione uno dei suoi punti più forti. Il meccanismo utilizza infatti la struttura dei serial televisivi di successo. Il tutto è altamente innovativo. Sono presenti infatti sei episodi dal ritmo incessante e che vi lasceranno letteralmente senza respiro. A infiocchettare il tutto, evidenziamo il fatto che ogni episodio è introdotto da un piccolo spoiler e da un riassunto delle puntate precedenti. L’atmosfera della storia è veramente molto coinvolgente e vi terrà incollati allo schermo fino alla fine della vicenda. E un possibile seguito è già sul tavolo. L’elemento thriller è dato dall’azione di alcune fasi che mutano il gioco un survival horror alla Resident Evil o alla Silent Hill. Ma non una copia pedissequa poiché le differenze si notano in termini di giocabilità e atmosfere di base. Nel gioco Alan deve combattere le creature partorite dalla sua fervida immaginazione da scrittore, i "Posseduti", controllate da una forza demoniaca il cui unico punto debole è la luce. Le vostre armi per farvi largo tra queste orde di mostri saranno dunque torce, bengala, fari e granate accecanti, che vanno però associate ad armi da fuoco più classiche, come pistole o fucili. Abbasserete quindi le difese dei nemici con la luce e li finirete nella maniera più canonica possibile. La luce servirà anche a orientarvi nelle buie foreste notturne che fanno da sfondo principale a praticamente tutta l’avventura. Il gioco dura poco più di dodici ore alla difficoltà "Normale", la più semplice fra le due disponibili mentre la modalità "Incubo", la più difficile naturalmente, si sbloccherà alla conclusione del gioco. Questo aumenterà la giocabilità e vi permetterà di rigiocare interamente il titolo. Ogni episodio è una piccola gemma, una piccola storia a sé stante collegata alle altra come una collana di perle. È una storia che prenderà vita mano a mano che progredirete con lo svolgimento della trama. Il ritrovamento di pagine manoscritte lungo il percorso vi anticiperà alcuni degli eventi che accadranno. La voce di Alan che vi racconterà tutto, vi accompagnerà per tutto il gioco. Alan Wake coinvolge, emoziona e soprattutto diverte. Un mix vincente insomma tra mondo paranormale e mondo reale. La sua storia diventa parte integrante del gioco, come in un romanzo o un film interattivo ad altissimo livello. Se il videogioco vuole diventare vero intrattenimento multisensoriale a 360 gradi, questo ne è un fervido esempio.
GRAFICA: 9.5
SONORO: 9.5
GIOCABILITA’: 8.5
LONGEVITA’: 8.5
VOTO FINALE: 9

HOT SPOTS:
– atmosfera dei migliori serials horror
COLD SPOTS:
– chissà come se sarebbe stato se fosse stato implementato con un adeguata modalità multiplayer!

Produttore: Microsoft
Sviluppatore: Remedy
Genere: Survival horror

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI