A Year of Rain

by • 06/02/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su A Year of Rain344

La realtà a volte può essere tosta e bisogna lottare per sopravvivere. Questo a grosse linee il preambolo di A Year of Rain dove varie tribù e clan che si spostano da un luogo all’altro per sopravvivenza tentano di sopraffarsi l’un l’altro in modo da guadagnarsi la terra per il proprio sostentamento.

Due individui però non ci stanno e tenteranno con tutte le proprie forze di rompere questa catena di odio e violenza.
Si comincerà con Lord Rupah e i suoi vassalli che tenteranno di sfondare nelle terre a sud per cercare di mettere fine alla guerra.

L’approccio del gameplay è quello di uno strategico in tempo reale alla Warcraft, in cui dovremo gestire unità ed edifici fondamentali per la produzione.
Ci si fronteggerà prevalentemente a gruppi di due squadre fondamentalmente, sia che si tratti di un avversario umano che dell’intelligenza artificiale.

La campagna o storia sarà infatti anch’essa totalmente disponibile in modalità coop o a due giocatori quindi.
La modalità 2 contro 2 o schermaglia è un inno alla competizione e al gioco di squadra, in cui dovremo sempre scegliere il nostro ruolo che sia Tank, Danno o Supporto. Ognuno di essi ha bonus e malus naturalmente per le proprie forze in campo e quindi dovremo studiare delle strategie adatte per avere la meglio sui nemici.

Lo stile è quindi quello classico con tanto di Battle Mode e campagne in compagnia per sconfiggere gli avversari. Si avranno a disposizione tre razze diverse con i Rupah che vedono assieme umani, elfi e nani. Successivamente i morti viventi e infine i reietti che sono un coacervo di animali e altre creature nomadi.

Anche qui ritorna il sistema collaudato delle carte per le abilità, proprio come accade in Warcraft. Ogni razza poi ha i singoli eroi e le singole unità naturalmente, così come edifici speciali. Gli eroi cresceranno di livello sconfiggendo le truppe nemiche.
Dovremo anche scegliere una sorta di ruolo all’inizio di ogni partita e sono presenti delle istruzioni in modo da ottenere il meglio da un determinato ruolo.

Il comparto tecnico vede l’uso dell’Unreal Engine e il tutto assume un aspetto cartoonistico e con tanta ironia in aggiunta. Buona anche la caratterizzazione del personaggio con incantesimi e un aspetto ad hoc.

Buona anche la colonna sonora.

Un ottimo inizio per un titolo molto promettente che continua a migliorare grazie all’apporto degli sviluppatori in maniera costante.

Voto: 7.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI