50 Sfumature di Black #4: Rose Villain, Alicia Keys, Maxwell, Emeli Sandé, Lauryn Hill…

by • 17/10/2016 • 50 sfumature di black, Copertina, Multimedia, RubricheCommenti disabilitati su 50 Sfumature di Black #4: Rose Villain, Alicia Keys, Maxwell, Emeli Sandé, Lauryn Hill…380

Una nuova puntata della nostra rubrica, e quindi una nuova incursione in tutto ciò che non è rap, ma che se siete fan della musica black potrebbe/dovrebbe piacervi. Anche questa settimana c’è l’imbarazzo della scelta, perciò mettetevi comodi e lasciatevi trasportare dal groove di questo viaggio.

Si parte come al solito dall’Italia, o quasi: Rose Villain, infatti, è italiana e prodotta dall’italianissima Machete, ma vive a New York. Prima donna (e prima cantante) ad essere reclutata dall’etichetta sarda, sta dando grande prova di sé con il suo electropop sofisticato e venato di sfumature R’n’B: Geisha, il suo ultimo video, è uscito qualche giorno fa, ma siamo ancora in attesa dei dettagli sull’album.

 

Bellissimo exploit anche per gli Abbracci Nucleari, all’anagrafe Rahma Hafsi e Marco Rigamonti. Rahma è già un nome noto dell’R’n’B italiano: ha pubblicato un bellissimo disco per B.M. Records, è stata tra i concorrenti di X Factor qualche anno fa e la sua splendida voce non ha certo bisogno di presentazioni: insieme a Marco ha dato vita a un progetto che ricorda il meglio di James Blake e che sfocerà presto in un EP. Intanto questo è il primo, incantevole singolo Prenditi cura di me.

Restando in tema di ragazze italiane con appeal internazionale, segnaliamo anche che la bravissima Joan Thiele (cantautrice di stanza a Milano ma con origini sudamericane, che ha vissuto a lungo tra Europa e America Latina e compone prevalentemente in inglese: qualche mese fa ha firmato un contratto discografico con Universal che ha pubblicato il suo primo EP omonimo) è fuori con una bellissima cover di Lost Ones di Lauryn Hill, rifatta in chiave molto personale.

 

 

Graditissimo ritorno anche per Lauryn Hill, a proposito, anche se non si tratta proprio di un inedito. Durante il weekend, infatti, ha partecipato a un festival organizzato da Tidal (dove, a quanto pare, Nicki Minaj si è commossa fino alle lacrime quando ha avuto l’occasione di conoscerla e si è perfino inginocchiata al suo cospetto) e per regalare qualcosa di ancora più corposo ai fan, ha anche registrato una nuova versione in studio del suo classico Rebel/I find it hard to say, precedentemente contenuto nel suo Mtv Unplugged del 2002. Pare che sarà parte di un suo nuovo progetto, Unplugged 2.0, ma vista la lentezza con cui procede di solito prevediamo che ci sarà ancora parecchio da aspettare per ascoltare qualcosa. Il primo estratto, però, è già disponibile, anche se purtroppo solo per chi è abbonato a Tidal.

 

E torniamo oltreoceano con un’altra nostra vecchia conoscenza, Alicia Keys, che questa settimana ha fatto doppietta: oltre ad annunciare il titolo e la release date del suo nuovo album, infatti (Here, fuori il 4 novembre anche in Italia) ha anche pubblicato un nuovo singolo con il featuring di A$ap Rocky, What we do for love: i più attenti di voi avranno sicuramente beccato subito il campione del riff iniziale, che è lo stesso di Credi che sia facile dei Lyricalz. Il mondo è davvero piccolo.

 

Per chi ama le dive del soul anni ’90 è una settimana fortunata: ha fatto la sua ricomparsa anche Mary J. Blige, con un nuovo singolo dall’enigmatico titolo Thick of it. Non è ancora chiaro se il brano anticipi un nuovo album o no: nel frattempo, però, potete consolarvi ascoltandolo su Spotify o Apple Music.

 

Tra le altre cose, Mary J. Blige nelle prossime settimane sarà impegnata in un tour imperdibile per gli appassionati del genere, che però purtroppo non toccherà l’Italia: quello che la vedrà calcare il palco in coppia con il grandissimo Maxwell, altro nome ben noto a chi ascoltava R&B negli anni ’90. Autore ben poco prolifico (negli ultimi 15 anni ha pubblicato solo tre dischi), è finalmente tornato con un super album che curiosamente ha lo stesso titolo del penultimo, BlackSUMMER’sNight. Questo 1990x è il suo ultimo video estratto.

 

Un’altra collaborazione d’eccezione appena pubblicata è quella che vede protagonisti Emeli Sandé e Jay Electronica in veste di producer e rapper: Garden. Jay non è nuovo ai territori del soul, anche perché è da molti anni il compagno di Erykah Badu con cui ha anche una bambina: in questo caso affianca magistralmente la scozzese Emeli per quella che è un’anticipazione dal prossimo album di lei, Long live the angels, fuori l’11 novembre.

 

Chiudiamo la carrellata con un’esordiente, la bravissima Jones. Londinese e giovanissima, da settimana scorsa è fuori anche in Italia con il suo nuovo album New skin, che vi consigliamo vivamente perché è sempre bello poter dire di avere scoperto in anteprima il nome di cui tutti parleranno tra qualche mese: questo è il suo ultimo video, Melt.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI